0 Shares 15 Views
00:00:00
14 Dec

Keynote Apple Event: nuovi MacBook Pro

LaRedazione
23 ottobre 2013
15 Views

Per quanto riguarda i MacBook Pro, la versione da 13 pollici è equipaggiata con un processore Intel Haswell i5, con frequenze di clock che oscillano tra i 2,4 e i 2,6 GHZ, una memoria RAM DDR3 compresa tra 4 e 16 GB a seconda della versione ed un prezzo per il modello base di 1329 euro. Se volete acquistarlo, è già in consegna immediata in qualsiasi Apple Store!

Per quanto riguarda il fratello maggiore della serie, il modello con schermo da 15 pollici, la scheda GPU cambia, infatti troviamo montata una Intel Iris Pro, o una Nvidia GeForce GT 750, a seconda delle scelte del cliente, mentre la quantità di RAM rimane pressoché invariata rispetto al modello con schermo da 13 pollici, e questa volta il prezzo per il ‘modello base’ è di 2029 euro. Ovviamente, a seconda delle esigenze si può richiedere l’equipaggiamento con un disco rigido SSD da 1 TB, ma bisogna anche considerare che questo ci costerà molto in termini di prezzo.

Alla presentazione della famiglia di Mac Pro portatili, ha fatto seguito l’annuncio del rinnovamento della famiglia Mac Pro fissa, del quale era stata già data un’anteprima nella WWDC 2013. Il computer ora è equipaggiato con il processore più potente di sempre per un Mac, spiegano dal palco, un Intel Xeon 5 fino a 12 core.

Il resto era stato già svelato in anticipazioni della stessa azienda: duppia GPU ATI, connessioni in PCIe ultraveloci, 6 porte ThunderBolt2, un’uscita video HDMI, 4 USB 3.0, 2 porte Eternet e tanto altro che non elenchiamo per annoiarvi. A questo punto tocca a Phil Schiller salire sul palco per illustrare ai presenti alcuni feedback di professionisti del mondo del lavoro e di come la Apple si curi del cliente, al punto di ‘reinventare’ i suoi prodotti alla base dei giudizi degli utilizzatori.

Il prezzo è già stato svelato, e si parte da una base di 3049 euro, mentre non è ancora stata definita una data certa per l’inizio delle vendite. Il computer viene interamente progettato e prodotto negli USA, e l’ottimizzazione è stata tale da poter ridurre di circa il 70% i consumi rispetto ai modelli precedenti.

Il modello è stato interamente ripensato e modificato, per poter fornire tutta la potenza disponibile al lavoro dei professionisti. Il processore ora supporta agilmente carichi di lavoro doppi rispetto al modello precendente, e la scheda grafica ha addirittura una potenza di ben 7 volte superiore. Su OS X Mavericks sono inoltre state ottimizzate le librerie OpenCL e OpenGL, e sono ora in grado di fornire la massima esperienza d’uso ed il massimo grado di ottimizzazione all’utente finale.

Loading...

Vi consigliamo anche