0 Shares 12 Views
00:00:00
15 Dec

“La mia voce”, la prima app per chi non ha voce!

Gianfranco Mingione
28 settembre 2013
12 Views

Si sta svolgendo a Milano la prima settimana europea della sensibilizzazione sui tumori della testa e del collo, un evento per avvicinare il grande pubblico a neoplasie che ogni anno colpiscono, solo nel nostro Paese, circa 12mila persone e sono il sesto tipo di cancro più comune in Europa. Durante la settimana è stata presentata la prima app gratuita per dare voce ai malati che l’hanno persa a seguito delle cure o momentaneamente.

“La mia voce”, questo il nome della prima applicazione al mondo di comunicazionea assistita pensata per tablet e smartphone. Già disponibile online, l’app è rivolta a chi, affetto da un tumore della testa o del collo, si trova temporaneamente senza voce o ha difficoltà a parlare. Così come può essere utilizzata anche da chi ha perso definitivamente la voce a seguito di una di queste neoplasie. Uno strumento utile e che consente a chi ne ha bisogno di muoversi con facilità nei vari momenti che caratterizzano la nostra vita quotidiana. L’app è stata realizzata da Merck Serono con il supporto di un gruppo di pazienti ed è scaricabile gratuitamente dagli store Apple Store e Google Play.

Come funziona? L’app è composta da 130 icone ciascuna associata a un nome e ad una frase pre-registrata (voce maschile o femminile a scelta dell’utente), studiate per le esigenze di vario tipo: dallo stare a tavola, al malessere fisico e interiore, ad un Sos. La categoria “dolore” è utile in caso si debba descrivere il livello, il tipo e la zona del corpo in cui esso si manifesta. Inoltre la funzione “nuova icona” consente di inserire nuove icone personalizzate con immagini e frasi. Le buone idee e il progresso che migliorano la vita dell’uomo!

 

Loading...

Vi consigliamo anche