0 Shares 16 Views
00:00:00
17 Dec

Legge di Stabilità: con l’equo compenso tablet e smartphone più cari

Michela Fiori - 16 dicembre 2013
Michela Fiori
16 dicembre 2013
16 Views

Se siete fan dell’hi-tech il consiglio è quello di fare incetta di device entro il Natale. Questo che sta per venire infatti, potrebbe essere l’unico nella storia in cui è conveniente fare i regali: quelli a impronta tecnologica soprattutto. Sì perché a partire da gennaio potrebbero costare di più. Oltre alla web tax la Legge di Stabilità in via di approvazione prevede un’altra bella sorpresa per gli italiani: l’aumento dell’equo compenso. La tassa viene imposta a produttori e importatori di device tecnologici finalizzati alla registrazione e riproduzione di contenuti digitali come indennizzo sulla copia e l’utilizzo di opere coperte dal diritto d’autore.

Facile intuire che l’aumento dell’equo compenso si riverserà inevitabilmente sul prezzo finale dei singoli prodotti. Se passa in via definitiva dunque smartphone, tablet e pc costeranno di più. L’aumento è previsto nella misura del trenta per cento. Per andare subito sul pratico si può dire che per quanto riguarda i tablet si passerà dai 3,20 euro attuali a 5,20 euro, chi volesse acquistare uno smartphone potrebbe trovarsi a pagare (nel caso di un iPhone) 5,20 euro rispetto ai 90 centesimi attuali. Se dovete cambiare il pc invece aspettatevi di pagare 6 euro per equo compenso, se lo fate entro Natale però potete ancora pagare i “vecchi” 3,20 euro. La Siae sarà contenta, i consumatori un po’ meno.

La nuova tassa infatti andrà ancora una volta a mortificare le capacità di spesa delle singole persone già oberate da tasse e balzelli. Il rischio ulteriore sarebbe quello di mortificare un mercato in crescita che, al momento, sembra non accusare il peso della crisi.

 

Loading...

Vi consigliamo anche