0 Shares 9 Views
00:00:00
11 Dec

Mappe Apple piacciono più di Google Maps

LaRedazione
13 novembre 2013
9 Views

La rivincita di Apple sul campo delle mappe: l’applicazione Maps realizzata dall’azienda di Cupertino piace agli utenti più di Google Maps. Un sorpasso dal sapore storico se si pensa alle traversie che Apple ha dovuto passare all’inizio del 2013 per il suo servizio di mappe, che al momento del rilascio del sistema operativo iOS 6 alla fine del 2012, ha presentato dei bug enormi, che hanno messo in pericolo la sopravvivenza stessa del servizio.

Basti pensare, solo per citare i disservizi più clamorosi, ad alcuni utenti che si sono ritrovati catapultati in alcune zone rurali dell’Australia, nel bel mezzo del deserto, e che hanno avuto bisogno dell’arrivo dei soccorsi per uscire da situazioni decisamente antipatiche. Tanto che Apple alla fine ha bloccato il servizio, riaprendo iPhone all’utilizzo di Google Maps, in attesa che i problemi fossero definitivamente risolti.

Ma questo scenario ora sembra appartenere definitivamente al passato. La nuova versione di Maps, ulteriormente perfezionata da Apple con l’uscita del sistema operativo per dispositivi mobili iOS 7, ha raggiunto nell’ultimo anno ben trentacinque milioni di utenti, una crescita esponenziale che dimostra gli sforzi compiuti dall’azienda californiana per migliorare il servizio dell’applicazione, e soprattutto che dimostra come l’inversione di rotta richiesta dal CEO Tim Cook, che nel periodo di massima punta dei malfunzionamenti si era pubblicamente scusato per i problemi causati da Maps, sia stata davvero portata a termine con successo.

Traguardi che si scontrano, forse inevitabilmente, con il calo di utenti fatto registrare da Google Maps. A Mountain View forse si erano illusi che la debacle di circa un anno fa di Apple avesse lasciato campo libero al proprio servizio di mappe, ma i dati dell’ultimo anno parlano di un calo piuttosto vistoso, che ha portato cinquantotto milioni ed ottocentomila utenti a servirsi di Google Maps nel settembre dell’anno scorso, quando dodici mesi prima erano stati oltre ottantuno milioni.

Un calo di venti milioni di utenti assolutamente considerevole, e se da una parte i numeri suggeriscono che la crescita ed i miglioramenti di Maps di Apple abbiano ricoperto un ruolo fondamentale in questo caso, dall’altra va sottolineato come probabilmente, a fronte di un calo tanto drastico, ci sono degli aspetti di Google Maps che cominciano ad essere indigesti agli utenti. Vedremo se a Mountain View prenderanno contromisure, ma nel frattempo Apple può mettere in archivio un importante successo, grazie alle sue mappe che agli utenti piacciono più di Google Maps.

Vi consigliamo anche