0 Shares 19 Views
00:00:00
16 Dec

Neil Young lancia PonoPlayer, il lettore digitale da 399 dollari

LaRedazione - 11 marzo 2014
LaRedazione
11 marzo 2014
19 Views
Neil Young lancia PonoPlayer, il lettore digitale da 399 dollari

Da raffinato rocker e cantastorie del nostro secolo a imprenditore 2.0: Neil Young presenta finalmente al mercato PonoPlayer, il lettore digitale che offre una definizione di suono assolutamente maggiore rispetto a quelle finora disponibili.

Da sempre critico sulla qualità del suono ‘portatile’, Neil Young ha voluto richiamare all’ordine il mercato musicale, sfruttando a sua difesa un principio decisamente semplice ed intuitivo. L’idea, piuttosto geniale, si basa infatti sull’analisi dei nuovi sistemi audio portatili, i quali dispongono di una memoria molto più ampia rispetto ai primi modelli immessi sul mercato.

Se, al tempo, una compressione era obbligatoria, ora il problema non sussiste più e, di conseguenza, si può alzare il ‘peso’ del brano musicale, senza ridurlo all’osso attraverso la pratica della compressione. Il formato dei file sarà adatto e dedicato a PonoPlayer e i brani saranno disponibili per il download sul sito Kickstarter, la stessa piattaforma che andrà ad ospitare la vendita del nuovo lettore audio.

Il prezzo stimato è di 399 dollari e Pono comincerà ad essere venduto a partire da questo fine settimana. Maggiori dettagli sull’iniziativa, o avventura che dir si voglia, saranno rese note da Neil Young nei prossimi giorni, probabilmente durante il SXSW festival di Austin, Texas, al quale il chitarrista canadese parteciperà come ospite. PonoPlayer rappresenta una rivoluzione che guarda al passato.

I cultori del suono di qualità, rotondo nella sua definizione e ricco di sfumature sonore, non potevano, infatti, dichiararsi soddisfatti dalla qualità offerta dagli strumenti portatili. La rivoluzione di Pono vuole combattere questa povertà e riportare la qualità del suono a livelli buoni, indispensabili all’orecchio allenato di chi ama la musica suonata con garbo. La sfida non è facile, in quanto PonoPlayer e la società PonoMusic, devono fare i conti con un presente quasi monopolizzato da iTunes, dalla realtà dello scarico illegale diffuso e dal fenomeno Spotify.

Se lo scopo è la qualità, PonoPlayer può dedicarsi ad un mercato di cultori, di raffinati ascoltatori che non ne possono più di ascoltare brani eviscerati della loro pienezza sonora. Il grande punto di domanda risiede sui giovani e sui giovanissimi utenti. La domanda sorge quindi spontanea: saranno in grado di comprendere l’utilità del lettore?Speriamo che PonoPlayer di Neil Young possa affermarsi e diventare l’alternativa vincente.

Loading...

Vi consigliamo anche