0 Shares 10 Views
00:00:00
14 Dec

Samsung e Google siglano un accordo decennale

LaRedazione
29 gennaio 2014
10 Views
Samsung e Google siglano un accordo decennale

Google e Samsung hanno raggiunto un accordo per lo scambio reciproco di brevetti, licenze e tecnologie sviluppate e implementate dalle due società: l’accordo rimarrà valido per 10 anni e darà vita a una partnership tra due delle più grandi multinazionali nel campo dell’hi-tech.

L’annuncio è arrivato tramite un comunicato ufficiale congiunto in cui, però, non sono stati forniti ulteriori dettagli sull’operazione: viene solo specificato che la collaborazione durerà 10 anni, un periodo di tempo davvero considerevole considerando il settore di cui si sta parlando, ma non sono state svelate le tecnologie su cui verte l’accordo.

I dirigenti di Google e Samsung hanno rilasciato diverse dichiarazioni in cui lasciano chiaramente intendere che, in ogni caso, i brevetti e le licenze che saranno oggetto degli scambi avranno a che fare con il settore mobile, senz’altro uno dei più floridi e trainanti. Nessuna delle parti lo ammetterà mai apertamente, ma l’intento è quello di unire le forze per contrastare il dominio di Apple. Al momento, la società di Cupertino è ancora il punto di riferimento numero uno, ma ora la sua leadership è messa seriamente in discussione dal nuovo potentissimo duo formato da Google e Samsung.

Seungho Ahn, che cura il reparto delle proprietà intellettuali per conto di Samsung, ha dichiarato che con questa mossa si vuole dimostrare come la cooperazione tra due o più società garantisca maggiori guadagni rispetto a una situazione in cui le singole aziende rivaleggiano tra loro per la paternità dei brevetti.

Dello stesso avviso è anche Allen Lo (che svolge lo stesso ruolo all’interno di Google), secondo cui la partnership tra Google e Samsung darà a entrambe le società la possibilità di concentrarsi esclusivamente sulla ricerca e sull’innovazione, anziché perdere tempo e denaro in contenziosi che sottraggono risorse fondamentali alle cose veramente importanti.

Vale la pena ricordare che, lo scorso anno, Samsung è stata condannata a una maxi-multa per essersi appropriata di alcuni brevetti rivendicati da Apple: ne è nato un processo che ha visto la casa di Cupertino vincitrice e ha costretto i coreani al pagamento di un cospicuo risarcimento. Facendo tesoro di questa esperienza, ora Samsung intende allearsi con Google per evitare che una vicenda simile possa ripetersi in futuro.

Per la cronaca, la causa tra Apple e Samsung non è ancora conclusa: nei giorni scorsi il giudice Lucy Koh ha dato ragione agli americani e ha invitato le due parti a tentare una mediazione entro il prossimo 19 febbraio.

Appare comunque improbabile che Samsung possa trovare un accordo con Apple in tempi brevi, a differenza di quanto accadrà nei prossimi dieci anni con Google.

 

Loading...

Vi consigliamo anche