0 Shares 16 Views
00:00:00
17 Dec

Samsung sotto accusa in Brasile: ‘Pessime condizioni di lavoro’

LaRedazione - 16 agosto 2013
LaRedazione
16 agosto 2013
16 Views

In queste ore circolano sul web alcune indiscrezioni circa le pesanti accuse mosse dal Brasile nei confronti di Samsung e delle pessime condizioni di lavoro all’interno dei suoi stabilimenti di assemblaggio di Smartphone nel Paese.

Ma vediamo nel dettaglio come sono andati i fatti.

Il Ministero del Lavoro Carioca avrebbe, in seguito a delle ispezioni eseguite negli scorsi mesi, riscontrato delle gravi violazioni alle norme sulle condizioni di lavoro dei dipendenti Samsung all’interno degli stabilimenti di Manaus.
Nella fattispecie, il rapporto cita delle denunce relative a periodi prolungati di lavoro senza pause, decine di ore di lavoro forzato in posizione eretta, turni di lavoro massacranti fino alle 15 ore consecutive.

All’azienda risultano addirittura oltre 2000 richieste di malattie presentate da dipendenti afflitti da tendiniti, problemi derivati da lesioni alla schiena, borsiti e problemi muscolo scheletrici, causati da postazioni e posizioni non rispondenti alle caratteristiche di ergonomicità e da ritmi troppo serrati.

In seguito di tutto questo i PM brasiliani presentano un’azione civile pubblica contro l’azienda tecnologica sud-coreana, quantificando in ben 110 milioni di dollari il risarcimento da destinare ai i dipendenti.

La Samsung ha dichiarato che dal momento in cui avrà la notifica ufficiale di queste accuse, provvederà ad eseguire una scrupolosa indagine interna e si dichiara altresì atta a cooperare pienamente con le autorità Carioche.
Tutto ciò oltre alle ovvie conseguenze economiche genera per la nota azienda Sud-Coreana dei danni economicamente indiretti, come i danni all’immagine.

Ma questa non è la prima volta che Samsung viene investita di accuse legate alle condizioni di lavoro in Brasile stesso.
Anche nel 2011 ha subito un processo per le analoghe problematiche, ed è stata condannata a pagare una multa di circa 200.000 dollari.
Samsung inoltre è stata ulteriormente accusata di sfruttare il lavoro minorile in Cina e ha affrontato una moltitudine di azioni legali a parte dei lavoratori della stessa Corea del Sud, sempre per risarcimenti dovuti ai pericoli per la salute all’interno degli stabilimenti dell’azienda.

Loading...

Vi consigliamo anche