0 Shares 13 Views
00:00:00
12 Dec

Siete distratti e perdete tutto? Arrivano le etichette intelligenti

Michela Fiori
6 settembre 2013
13 Views

Se la vostra giornata tipo prevede almeno un quarto d’ora di disperazione pura passata a cercare le chiavi della macchina, il portafoglio o la borsa, forse è il caso di ricorrere a una Tag: un’etichetta 2.0. Il mercato sembra essersi accorto di un vizio molto diffuso e ha cercato di rispondere ai bisogni dei distratti congeniti con delle etichette intelligenti che se applicate sull’oggetto vittima di dimenticanza riescono a farcelo ritrovare. Le Tag, piccoli dispositivi alimentati a batteria, emettono dei segnali in grado di essere letti da cellulari, tablet o computer e segnalano la presenza e la posizione dell’oggetto.

Title è un’app disponibile da fine anno per iOs. Funziona, tramite Wi-fi, da localizzatore degli oggetti smarriti tramite il dispositivo associato. La placca può essere attaccata agli oggetti di cui spesso ci si dimentica e, su richiesta, ne segnala la presenza attraverso un suono. In caso di furto è possibile “etichettare” l’oggetto come smarrito e far sì che gli altri utenti che hanno scaricato Tile possano localizzarlo e inviare un messaggio al proprietario. Stick n’ Find è un’altra app che lavora sulla stessa logica di Title ma funziona tramite Bluetooth ed è disponibile per Android. Applicando una placca sull’oggetto di cui non si vuole perdere traccia, è possibile attraverso l’applicazione smartphone connessa, misurare la distanza che ci separa dall’oggetto, identificarlo attraverso un segnale sonoro o rintracciarlo anche al buio grazie a un’emissione di luce colorata. Anche Nokia ha annunciato di voler lanciare Treasure tag, un dispositivo riconducibile alla logica delle startup precedenti ma legato alla funzionalità dei dispositivi Lumia.

Vi consigliamo anche