0 Shares 5 Views
00:00:00
14 Dec

Sigma reinventa la fotocamera con la nuova serie dp Quattro

Gianfranco Mingione
11 febbraio 2014
5 Views
Sigma DP2 Quattro

Una generazione di fotocamere compatte con un nuovo sensore. L’X3 Foveon a immagine diretta, simile alla pellicola a colori tradizionale, è in grado di catturare grazie ai suoi strati multipli le informazioni della luce visibile. Un sensore in grado di produrre, assicura la casa, immagini con una risoluzione incredibile, una gradazione precisa, colori splendidi e dal realismo mozzafiato tipica del 3D.

Un design davvero particolare. Il ripensamento non è solo in termini interni, dove giace l’anima di ogni fotocamera, ma anche in termini estetici con un design rinnovato. L’obiettivo è riuscire a dare all’utente la più alta qualità in termini d’immagine per una compatta.

Come riporta Luca Annunziata su punto-informatico.it, “l’idea di Sigma è stata quella di cambiare in modo drastico la costruzione del sensore: invece di mantenere un numero costante di punti su tutti e tre gli strati, il primo (blu) è stato portato fino a un totale di poco meno di 20 megapixel, mentre i due sottostanti (verde e rosso) sono di appena 4,9 megapixel. Definire il numero di pixel totali di cui è formato il sensore Foveon montato dalle Quattro è pressoché impossibile (Sigma dichiara 39 megapixel, e una qualità finale da medio formato), ma la scelta giapponese dovrebbe essere volta ad alleggerire la mole complessiva di dati da elaborare (aumentando quindi le prestazioni in raffica) e migliorare al contempo la capacità agli alti ISO senza aggiungere troppo rumore agli scatti”.

Per quanto riguarda i prezzi e la messa in commercio della nuova serie, pare che la prima ad essere distribuita dovrebbe essere la dp2 Quattro, con un’ottica da 30mm. Quelle attualmente in commercio toccano i 1000 dollari.

[foto: dphoto.it]

Vi consigliamo anche