0 Shares 11 Views
00:00:00
11 Dec

BlackBerry non è più in vendita. Crollano le azioni

LaRedazione
5 novembre 2013
11 Views

BlackBerry non è più in vendita: la notizia, che ha fatto il giro del web in pochissime ore, ha avuto delle conseguenze negative per l’azienda, che ha visto le sue azioni crollare, che sono scese ad un valore di sei dollari e mezzo, con una perdita percentuale di quasi sedici punti.

Ma come mai BlackBerry ha cambiato idea, e quali erano i piani originali per il futuro della compagnia?
Inizialmente, la compagnia era destinata ad essere venduta: il piano del consiglio d’amministrazione infatti era quello di trovare un grosso acquirente che potesse risollevare le sorti dell’azienda, e in lizza, oltre alla Fairfax Technologyin lizza come potenziali compratori vi erano pure Facebook e Oracle, entrambi colossi del web.

Col passare dei giorni però, pare che il compratore iniziale, ovvero la Fairfax Technology, non sarebbe riuscita a trovare i fondi necessari per poter acquistare interamente l’azienda: forse è stata proprio questa la motivazione che ha spinto la compagnia telefonica a cambiare i piani, anche se ancora la motivazione vera e propria non è stata ancora rivelata al mondo del web, e pare che questa rimarrà ancora oscura.

Quali sono quindi ora i piani che ha in serbo BlackBerry per il suo futuro aziendale?
Ad ora, salvo altri stravolgimenti, pare che l’azienda voglia ricercare degli investitori e non dei compratori, come se volesse provare a sopravvivere con le proprie forze: ad aver investito, con un miliardo di dollari nell’azienda è stata proprio la stessa azienda della Fairfax, che seppur si sia vista negare l’acquisto totale dell’azienda, pare nutra fiducia in BlackBerry e voglia finanziarla nello sviluppo di eventuali e futuri progetti.

Ma non solo: anche ai piani alti ci sono stati diversi cambiamenti: John Chen è stato infatti nominato amministratore delegato momentaneo, e dovrà pur ricoprire il ruolo di Presidente Esecutivo del Consiglio d’Amministrazione, ruolo veramente importante che quindi lo pone ai vertici dell’azienda.
Chen però non sarà solo nel dover affrontare questo grande compito tanto difficile quanto gratificante: il direttore della Fairfax, Prem Watsa dovrà affiancarlo nelle varie scelte, le quali dovranno esser ovviamente esser prese di comune accordo.

Per quanto riguarda le azioni, purtroppo queste non hanno avuto una grande svolta positiva: bisognerà vedere nel corso dei prossimi giorni se queste riusciranno a riprendersi, visti appunto i vari cambiamenti che BlackBerry, nel corso degli ultimi giorni, ha deciso di adottare.
La BlackBerry quindi non venderà più: per ora cercherà di sopravvivere nel mondo della tecnologia.

 

Vi consigliamo anche