0 Shares 14 Views
00:00:00
16 Dec

Fermata la produzione di iPhone 5C in Cina

LaRedazione - 19 novembre 2013
LaRedazione
19 novembre 2013
14 Views

Apple fa segnare una battuta d’arresto, con la produzione di iPhone 5C in Cina che viene fermata dall’azienda di Cupertino. Troppo elevati i costi di una massiccia iniezione di nuovi melafonini sul mercato, a fronte di vendite che non stanno rispettando le aspettative che l’azienda californiana aveva riposto sul cosiddetto smartphone ‘low cost’ della casa.

Che iPhone 5C potesse rappresentare un’occasione mancata lo si era capito dal momento del lancio del dispositivo, che di fatto risultava essere più economico rispetto ad iPhone 5S nella misura di cento dollari. Troppo poco a fronte della differenza hardware tra i due device, ed infatti la maggioranza degli utenti ha preferito compiere un sacrificio economico in più per mettere le mani sullo smartphone Apple di ultima generazione, oppure rinunciare a quello che è un esborso fuori portata, rivolgendosi ai modelli meno dispendiosi della concorrenza.

Così sono andate sfumando le voci che vedevano Apple lanciata verso la realizzazione di un modello a basso costo, che potesse aprire all’azienda di Cupertino le frontiere dei mercati in via di sviluppo, giudicati estremamente redditizi soprattutto per le loro potenzialità, ma fuori portata per i prezzi dei dispositivi Apple, solitamente abituati a partire da livelli più alti rispetto a quelli della diretta concorrenza, come ad esempio Samsung, solo per fare un paragone più diretto.

Insomma, l’appeal di iPhone 5C è risultato essere decisamente meno ampio del previsto, e tutto ciò si è riflettuto anche sui ritmi di produzione. Gli stabilimenti della Foxconn in Cina, che si occupano di fabbricare i componenti Apple, avevano ricevuto ordini di produzione decisamente ingenti, come ad esempio i cinquantamila esemplari a settimana dello stabilimento di Zhengzhou.

Ora, il netto dietrofront, con l’alt alla produzione: i modelli fin qui fabbricati sono decisamente sufficienti per fare fronte alla residua richiesta del mercato, e la Foxconn dovrà convergere le sue energie sulla produzione di iPhone 5S, che risulta invece essere uno dei consueti successi ai quali Apple aveva abituato gli osservatori del mercato tecnologico negli ultimi anni.

Questo perché alla sperequazioni sui costi si sono poi aggiunti difetti di fabbricazione, ed una qualità dei materiali che non è stata sufficientemente apprezzata rispetto a iPhone 5S, sempre all’avanguardia come dimostrato anche da innovazioni come il sensore per la lettura delle impronte digitali del proprietario dello smartphone, posto sul tasto Home. Insomma, lo stop alla produzione di iPhone 5C che da una parte era nell’aria, sorprende dall’altra perché negli ultimi anni Apple non aveva mai imposto un’inversione di marcia così radicale alla propria produzione industriale.

 

Loading...

Vi consigliamo anche