0 Shares 13 Views
00:00:00
15 Dec

Qualcomm presenta Snapdragon 410, il chip a 64-bit

LaRedazione
10 dicembre 2013
13 Views
qualcomm presenta snapdragon

Qualcomm presenta Snapdragon 410, il chip a 64-bit che promette di dare una sferzata al mercato degli smartphone, almeno per quanto riguarda l’area asiatica.

Qualcomm Technologies, forse la più importante compagnia al mondo impiegata nella realizzazione e distribuzione di componenti tecnologiche, alza nuovamente la posta ed ipoteca seriamente il mercato della telefonia mobile grazie sopratutto all’introduzione di Snapdragon 410, il chip a 64 bit destinato a potenziare non gli smartphone più avanzati, bensì ad alzare l’asticella della qualità dei dispositivi di fascia media.

Gli addetti ai lavori parlano già di una innovazione del mercato del mobile, ed in effetti, a conti ben fatti, qualche sorpresa nei prossimi mesi potrebbe emergere dai dati delle vendite dei nuovi smartphone soprattutto nei paesi dell’area pacifica.

Ma partiamo dall’inizio e vediamo come Qualcomm ha presentato Snapdragon 410.
Snapdragon 410 è un chipset a 64 bit, realizzato con un processore a 28nm, integrando poi una GPU Adreno 306. Questo ultimo dato è altresì molto interessante perché potrebbe sferrare un deciso attacco al mercato. La GPU Adreno 306 infatti, supporta fotocamere integrate sino a 13 megapixel, dotate inoltre di registrazione video con qualità Full HD.

I dati tecnici all’apparenza risultano ottimi ma non finisce qui: si parla inoltre di Dual SIM ed addirittura Triple SIM, reti 4G LTE, e ovviamente i vari WiFi, Bluetooth, NFC, Radio FM, e GPS.
Aggiungiamo inoltre un’ altra caratteristica ritenuta molto importante per il mercato cinese, prossimo porto di sbarco di Snapdragon, ossia il Glonass e il BeiDou, ovvero il nuovo standard cinsese per servizi di localizzazione.

Insomma, che dire… non vi sembra un bel giocattolino?
Come detto però, l’area di interesse del nuovo dispositivo almeno per il momento, è riservato sopratutto a Cina e Korea, dove lo attendono entro la prima metà del prossimo anno.

Per quanto riguarda la compatibilità, Android, Windows Phone e Firefox OS sono pienamente in grado di supportare il nuovo chipset.

Jeff Lorbeck, vice presidente senior e chief operating officer di Qualcomm operativo in Cina, va fiero del nuovo gioiellino di casa e ne parla come il primo di una lunga serie, serie improntata sempre a portare ulteriori migliorie e potenzialità a dispositivi dal costo relativamente basso, ovvero 150 dollari circa. E di conseguenza, a dare una nuova direzione al mercato degli smartphoe a partire già dai prossimi mesi.

Insomma, la rincorsa ad Apple e al suo processore A7 a 64 bit installato sul nuovissimo iPhone 5S è appena iniziata: per ora occhi puntati su Snapdragon 410, il chip a 64 bit di Qualcomm, in attesa di ulteriori novità.

 

Loading...

Vi consigliamo anche