0 Shares 21 Views
00:00:00
15 Dec

Si potrebbe vivere, oggi, senza smartphone?

LaRedazione - 7 settembre 2013
LaRedazione
7 settembre 2013
21 Views

Col progresso tecnologico, al giorno d’oggi quasi tutti possiedono uno smartphone: indipendentemente dalla marca o dalle funzioni, la maggior parte della popolazione mondiale, anche quella più povera, possiede uno smartphone, e con esso si possono fare tantissime cose che in passato richiedevano tempo e fatica.

Si può quindi facilmente dire che lo smartphone è stata come una sorta di benedizione arrivata dal cielo: grazie ad esso infatti, tantissime cose come leggere libri, essere informati sulle ultime notizie mondiali, scrivere o conoscere la situazione meteo sono delle operazioni che oltre a essere svolte in breve tempo, sono anche delle azioni piacevoli da eseguire.
Ma è tutto oro quello che luccica? Ovviamente no: questo piccolo oggetto infatti, sotto un certo punto di vista, crea moltissima dipendenza, e pertanto si tende a passare molto più tempo di fronte allo schermo del dispositivo mobile invece che dedicarsi a compiere queste azioni in maniera classica.

Ma c’è di peggio: coi nuovi modelli di smartphone, che permettono di compiere sempre più azioni comuni, le persone tendono ad affidarsi a quest’oggetto invece che compiere le stesse azioni come si faceva un tempo, e proprio queste azioni piano piano stanno sparendo sempre di più, creando un livello di dipendenza da smartphone sempre maggiore, con molti utenti sempre più coinvolti dalla moda dell’utilizzo dello smartphone.
La dipendenza da smartphone quindi rovina le vecchie usanze, ma la domanda è una sola: si può vivere senza questo semplicissimo oggetto, e come possono fare i possessori ormai dipendenti da quest’oggetto?

La risposta, seppur scontata, è positiva: nulla è impossibile in questo mondo, e naturalmente, vivere senza smartphone e riuscire a disintossicarsi sono due cose molto possibili da attuare, in quanto ci sono delle cose ben più essenziali per sopravvivere ogni giorno.
Basta infatti pensare a chi non possiede quest’oggetto: la sua vita continua ad essere tranquilla, e naturalmente chi non lo possiede non sente la necessità o la voglia irrefrenabile di dover utilizzare lo smartphone, in quanto la sua vita non è stata contaminata dalla dipendenza da tecnologia.
Ma come devono fare allora i possessori di tale oggetto per potersi disintossicare?
Premettendo che occorrono forza di volontà e voglia di disintossicarsi, l’unica cosa che bisogna fare è quella di utilizzare i metodi classici al posto dello smartphone: ad esempio, quando si vuole sentire un amico o una persona cara, invece di mandare il messaggio è molto meglio chiamarlo a casa sua col telefono fisso oppure andare a trovarlo direttamente, facendogli addirittura una sorpresa.
Se si vuole conoscere una risposta, basterà prendere in mano un libro enciclopedia e leggere la risposta che si cerca, quando si vuole essere informati basterà leggere un quotidiano o ascoltare un TG: a tutto quindi vi è una strada alternativa, che in questo caso è quella classica, e utilizzando questi metodi si sarà in grado di vivere senza lo smartphone.
Ovviamente, i possessori non devono buttarlo per sempre: non è infatti vietato utilizzarlo, ma riuscire a limitarsi, e sopratutto riuscire a non essere dipendenti e vivere senza di esso rappresenta il modo corretto di vivere la propria vita.

Loading...

Vi consigliamo anche