0 Shares 14 Views
00:00:00
15 Dec

Smartphone: nel 2014 Samsung monterà processori a 64 bit e 4 GB di ram

LaRedazione
12 settembre 2013
14 Views

Smartphone: nel 2014 Samsung monterà processori a 64 bit e 4 GB di ram. Un passo avanti assolutamente notevole a livello hardware, che dimostra come la battaglia tra i principali colossi tecnologici nel comparto dei telefoni cellulari di ultima generazione sia appena agli inizi. L’offensiva è stata recentemente lanciata da Apple, che con il suo iPhone 5S ha sicuramente stabilito un nuovo standard d’eccellenza nel campo degli smartphone, con il melafonino di ultima generazione capace di presentare autentici fiori all’occhiello, come il sensore biometrico per il rilevamento delle impronte digitali del proprietario del telefono, ed anche il processore Apple A7 che per la prima volta presenta un’architettura a sessantaquattro bit.

Una frontiera nella quale presto potrebbe arrivare ad eccellere anche Samsung, che per il 2014 ha in mente di presentare nuovi smartphone capaci di poter fare affidamento su una potenza hardware davvero notevole. I nuovi processori saranno anche affiancati da una memoria Ram da quattro gigabyte, il che renderà gli smartphone Samsung di nuova generazione tra i più performanti in assoluto.

E’ proprio la potenzialità della Ram aggiuntiva a scatenare la curiosità di appassionati ed addetti ai lavori, considerando che iPhone 5S, pur avendo dato ufficialmente il via a quella che può essere considerata la rivoluzione a sessantaquattro bit dei processori degli smartphone, integra una ram da uno o due gigabyte, che non può arrivare al livello di quella che il colosso coreano sembra che sarà in grado di garantire ai suoi utenti a partire dal prossimo anno. Senza considerare che a favore di Samsung potrebbe sempre giocare il fattore prezzo, visto che la versione più accessoriata di iPhone 5S si aggira (in acquisto senza abbonamento telefonico) su un costo che supera gli ottocento dollari.

Samsung è ben consapevole del fatto che Apple sta lavorando per conquistare i mercati asiatici, ed in particolare quelli di Cina ed India che sono potenzialmente in grado di aggiungere centinaia di milioni di utenti al mercato, ed un’operazione come quella legata ad iPhone 5C, la versione low cost del celebre melafonino, può essere letta all’interno dell’ambito di questa strategia. Tuttavia, Samsung punta ad offrire uno standard qualitativo, nelle prestazioni, simile o addirittura superiore a quello di iPhone 5S, ad un costo però più contenuto che possa attirare proprio gli utenti dei paesi in via di sviluppo.

Di sicuro i progetti di Samsung sembrano confermare come i processori a sessantaquattro bit rappresenteranno il futuro del comparto degli smartphone, ed è quindi estremamente probabile che anche il resto della concorrenza dovrà adeguarsi a questa tendenza, nello sviluppo dei device che in futuro invaderanno i negozi di tecnologia di tutto il mondo.

Loading...

Vi consigliamo anche