0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

Trucchi per vincere a Ruzzle gratis: cheater, solver e ingegno

29 gennaio 2013
11 Views

Sembrava fosse passata la moda ma in realtà Ruzzle resiste ancora e convince sempre più persone che si mettono in gioco, sfidano amici, parenti e sconosciuti in interminabili sessioni di gioco alla ricerca della parola perfetta; e se l'abilità conta, contano molto anche i trucchi quando si gioca a Ruzzle che permettono di vincere una partita o, almeno, di provarci.

Pariamo dai trucchi sleali ovvero l'utilizzo delle app per smartphone che consentono di trovare il maggior numero di parole presenti sulla griglia o almeno le parole che generano punteggi più: su iOs si trovano Ruzzle Cheat e Cheat for Ruzzle, sempre in testa alle app più scaricate dallo store, mentre su Google Store sono in pole position Ruzzle Help, Ruzzle Resolver e Ruzzle & Scramble Cheat.

Il Cheater è anche disponibile online a questo indirizzo ed è stato ottimizzato per la lingua italiana per cui basta inserire le lettere della propria griglia per ottenere le risposte ma ovviamente è necessario prendere tempo perché in 2 minuti non è possibile inserire le lettere, trovare le parole e giocare per cui l'unica soluzione, anche questa slealissima, è in qualche modo bloccare il tempo e fermare la partita.

Per farlo basta farsi chiamare al cellulare e ovviamente rispondere in quanto in questo modo Ruzzle entra in modalità pausa e si ferma permettendo al giocatore di riprendere poi la partita dove l'aveva lasciata prima di rispondere: il punto centrale di tutto questo è capie come si fa a vedere la schermata di Ruzzle mentre si fa finta di ricevere la chiamata e, anche una volta terminata, per vedere la griglia per bene è necessario riavviare la partita. Insomma, il trucco c'è ma bisogna capire per bene come utilizzarlo per evitare di perdere solo tempo tra telefonate, blocco della tastiera e del gioco e ripresa.

Ci sono poi i trucchi leali che sono più strategie che altro per giocare a Ruzzle e tentare di vincere: il primo, banalissimo, è di cercare quante più parole possibili, anche quelle che sembrano non esistere, usando i moltiplicatori perché se si riescono a creare combinazioni, anche corte, usando le lettere che moltiplicano il valore finale della parola ci si porta un bel po' avanti quanto a punteggio ottenuto.

Regola fondamentale, poi, è di darsi una regola ovvero di partire dalla prima riga in alto o in basso e cercare tutte le parole che potrebbero essere legate ad una lettera, procedendo verso tutte le direzioni; una volta trovata una parola è bene trovare tutte le sue declinazioni/coniugazioni per esempio se avete trovato la parola "stare" è probabile che troverete anche "staro/starò" e "stara/starà" e addirittura "starai".

Esattamemente come le coniugazioni, per ogni parola è di solito presente il plurale e il singolare ma anche il diminutivo, l'accrescitivo, il femminile, il maschile ed è buona norma sforzarsi per trovare tutte le varianti di una stessa parola, anche quelle che vi sembrano inesistenti.

Se è vero che le parole presenti nella versione italiana di Ruzzle esistono tutte è anche vero che molte non le conosciamo ma non per questo non dobbiamo provare a formarle: provate e magari il sistema vi riconosce come buone parole di cui ignoravate completamente l'esistenza.

Non insistete con i nomi di città e persone perché Ruzzle non li riconosce ma insistete sui monosillabi perché spesso valgono di più delle parole lunghe.

E infine, ultimo consiglio, provate e riprovate perché piano piano la strategia riesce a prevalere e anche l'occhio inizia ad "abituarsi" alla griglia e a riconoscere una parola e quelle che ne seguono.

Loading...

Vi consigliamo anche