0 Shares 13 Views
00:00:00
18 Dec

Ubuntu più sicuro di Windows e OS X

LaRedazione - 14 gennaio 2014
LaRedazione
14 gennaio 2014
13 Views
ubuntu

 

Ubuntu è il sistema operativo più sicuro, anche di OS XWindowsiOS e Android. A rivelarlo è l’agenzia di sicurezza nazionale della Gran Bretagna, la GCHQ, all’interno di una relazione denominata ‘Guida nuova alla sicurezza delle piattaforme’: un report in cui si fa riferimento alla necessità di tutelare e proteggere informazioni e dati ufficiali. Secondo quel che viene riportato nel documento, destinato alle istituzioni pubbliche che intendono proteggere i dati sensibili, tra i sistemi operativi più famosi quello più sicuro è Ubuntu 12.04.

Come ha evidenziato Joey Elijah Sneddon, tutti i sistemi operativi sono stati testati e messi alla prova sulla base di molteplici criteri di sicurezza. Sono stati valutati parametri diversi come il supporto per il sandboxing delle applicazioni, l’efficacia della crittografia, la sicurezza dei servizi Vpn, l’affidabilità dell’autenticazione, la fragilità rispetto al rischio di malware. Ebbene, i test effettuati hanno dimostrato che Ubuntu è il sistema più affidabile, avendo superato nove delle dodici prove, e per questo motivo non presenta rischi consistenti per la sicurezza.

Anche OS X 10.8 e Windows 8 sono stati promossi da questo punto di vista, ma Ubuntu sarebbe – secondo Canonical – anche meglio, poiché sono poche le certificazioni non ottenute.

L’agenzia per la sicurezza britannica ha tenuto a precisare di non voler raccomandare alcun sistema operativo né di suggerire un sistema piuttosto che un altro, poiché il suo compito è stato semplicemente quello di mettere in evidenza difetti e pregi dei SO presi in esame. Il documento messo a disposizione dalla GCHQ si rivolge, in maniera specifica, alle aziende o alle istituzioni che coinvolgono dipendenti che gestiscono dati sensibili e che lavorano da remoto: in questi casi, infatti, il rischio di trasmissioni di dati non autorizzate o di infiltrazioni nel sistema è piuttosto alto.

Vale la pena di ricordare, in conclusione, che l’agenzia britannica è la stessa finita al centro delle polemiche insieme con la National Security Agency americana in occasione del Datagate, lo scandalo relativo allo spionaggio di computer e device mobili su scala globale. Insomma, più di un osservatore ha fatto notare che il fatto che la sicurezza di un sistema sia stata certificata da un ente che in passato si è occupato di spionaggio (tramite la manipolazione di standard crittografici e la creazione di backdoor negli hardware e nei sistemi operativi, tra l’altro) potrebbe non essere un indice ottimale di affidabilità.

Insomma, gli utenti di Linux possono esultare, ma solo con moderata soddisfazione: per la GCHQ Ubuntu è più sicuro di Windows e OS X: ma questo non vuol dire che sia sicuro a livello complessivo.

 

Loading...

Vi consigliamo anche