Viaggi nello spazio e negli abissi, le destinazioni turistiche del futuro

Hotel in orbita o negli abissi profondi. Questa la prospettiva per i viaggi in futuro. Intanto, dal 4 al 10 ottobre c'è la World Space Week

Il mondo è già stretto e la tecnologia sembra darci la possibilità di “trasferte” ben più lunghe e certamente diverse dal passato. La spinta ci porta verso lo Spazio ed i suoi infiniti segreti, mentre affiniamo strumenti e studi in proposito. Con questo spirito dal 4 al 10 ottobre si terrà la World Space Week, una settimana di incontri e speciali iniziative che in tutto il mondo (circa 80 le nazioni partecipanti) richiameranno l’attenzione su quella che potrebbe essere anche la nostra prossima meta, quella spaziale.

Nuovi sistemi di geo-localizzazione satellitare e sofisticate applicazioni di monitoring ci hanno già portato quasi a “familiarizzare” con l’Universo. Dallo studio di The Future Laboratory, un’azienda inglese incaricata da Skyscanner sulle prospettive dei viaggi entro il 2024, emerge la possibilità a breve di raggiungere senza troppe difficoltà l’orbita più bassa della Terra in trasferte non poi così fugaci, bensì prolungate e capaci di regalare sensazioni mai provate.

Una società come la Virgin Galactic è già impegnata nei voli suborbitali che in sole 2 ore e mezza ci permettono di osservare il nostro Pianeta dall’alto, in assenza di gravità, budget permettendo, certo.

Ma il salto (letteralmente nel vuoto, verrebbe da dire) è quello ora di sviluppare progetti per hotel di lusso su piattaforme spaziali e con i più avanzati sistemi per ottenere un nuovo comfort e permanenze più lunghe.

Oltre che in alto, poi, da qui a 10 anni andremo anche verso gli abissi. Dopo l’atmosfera, la nostra meta saranno infatti i profondi Oceani. Anche qui, la strada è stata aperta. E’ già possibile, in effetti, un soggiorno a Dubai nel lussuosissimo Atlantis The Palm con le sue suites underwater, ad esempio.

Atlantis, The Palm_Underwater Suites_ Bedroom

Ma presto sarà consuetudine prenotare una camera sottomarina, con i più aggiornati sistemi tecnologici, strutture in cui persino il getto della nostra doccia sarebbe personalizzabile. Se quindi scienziati, esperti e futurologi ci assistono, molto presto viaggiare sarà realmente un’esperienza mai vissuta.

[foto: Shutterstock /Atlantis The Palm Hotel]