0 Shares 17 Views
00:00:00
15 Dec

Call of Duty : Ghosts, il caso della RAM su PC

LaRedazione - 11 novembre 2013
LaRedazione
11 novembre 2013
17 Views

Call of Duty : Ghosts sta diventando un vero e proprio caso, infatti il gioco si rivela deludente su PC: se non si hanno sei Giga di RAM libera non si potrà giocare.

Il gioco di guerra Call Of Duty : Ghosts, molto atteso dai vari fan della saga, purtroppo sta avendo pochi consensi positivi, e questo a causa di alcuni errori clamorosi da parte della casa produttrice, ovvero della Activision: la fretta di rilasciare il nuovo capitolo, o forse la troppa attesa e speculazione che girava attorno ad esso non sta facendo altro che rovinare la bellezza immaginaria che i giocatori avevano nelle proprie menti.

Pochi giorni fa infatti, il gioco è stato rilasciato anche per il computer, completando quindi il trio delle consolle, sempre se si vuole inserire il PC in questa categoria, ma anche in questo caso, Call of Duty si è rivelata essere una mezza delusione: uno dei requisiti minimi di sistema, per far funzionare il gioco, consiste nell’avere liberi nella propria RAM almeno sei Giga di memoria.

Questa grande quantità richiesta da parte del gioco risulta essere quasi impossibile da ottenere: anche uno dei computer meno carichi di programmi ha una RAM non tutta libera e quindi giocare a COD Ghosts, così come viene definito dagli amanti della serie, sta diventando un qualcosa di impossibile per coloro che preferiscono il computer rispetto alla Play e alla Xbox.

Oltre a questo problema, vi è da sottolineare il fatto che il gioco non parte se questa memoria non viene liberata: in molti pensavano di ridurre il livello grafico per ridurre anche lo spazio richiesto dal gioco, ma i loro tentativi si sono rivelati vani, dato che il gioco non parte se i sei Giga di Ram non gli vengono garantiti.

Questo ha quindi fatto imbestialire molti giocatori: alcuni infatti si aspettavano di poter giocare ugualmente a COD sfruttando questo sistema, ma vedendo che il gioco non funziona, il timore di aver buttato via i soldi ha iniziato ad insediarsi nelle loro menti, facendo nascere un piccolo caso di protesta e di lamentela che ha coinvolto centinaia di utenti sul web.

Alcuni esperti allora hanno cercato di darsi da fare e venire incontro ai loro compagni di partita: è stata creata una sorta di Mod del gioco, la quale permette ai giocatori di potersi divertire con COD e di poterlo installare, col gioco che richiederà solo ed esclusivamente quattro Giga di Ram libera, quantità ancora elevata ma che comunque consente ai possessori del gioco di potersi fare una partita.

Giustamente questo problema non ha placato gli animi sul web: giunta alle orecchie della Activision, produttrice del gioco, alcuni addetti si sono limitati a spiegare agli utenti che stanno provvedendo a risolvere il problema, senza però dar loro ulteriori spiegazioni sul come procedere, deludendo ancora di più i fan di Call of Duty: Ghosts, che con il caso della RAM su PC, sta diventando uno dei giochi più odiati degli ultimi anni.

Loading...

Vi consigliamo anche