0 Shares 10 Views
00:00:00
13 Dec

Doom compie 20 anni

LaRedazione
12 dicembre 2013
10 Views

Doom compie 20 anni! Venne lanciato il 10 dicembre del 1993, e fu fin da subito riconosciuto come uno dei migliori giochi sparatutto. La prima versione era per PC e i giochi giravano ancora sotto MS-Dos.

Il gioco, a quei tempi, era considerato davvero eccezionale, grazie alla possibilità di giocare in modalità multiplayer contro altri giocatori reali, ma anche grazie alla possibilità di espanderlo tramite software scritti apposta per tale scopo. La casa produttrice, non opponendosi a queste modifiche ed implementazioni portate avanti dai singoli gamers, fu parte integrante del successo ottenuto da Doom.

Doom non necessita quindi di alcuna presentazione per coloro che si reputano amanti dei videogiochi. Ma sono sicuro che anche chi di voi non pensa di rientrare in tale categoria abbia sentito almeno una volta parlare di questo capolavoro dell’industria videoludica.

Il lancio di Doom si deve al successo ottenuto l’anno prima da Wolfenstein 3D, il primo vero sparatutto soggettivo della storia. Gli stessi ragazzi, l’anno dopo, svilupparono Doom e fondarono la id Software, ottenendo un successo insperato.

Il primo capitolo, Knee-Deep In The Dead, fu reso disponibile in shareware, ma per poter essere completato era necessario acquistare anche i due episodi successivi.
A Doom e ai suoi numerosi successori dobbiamo termini quale, ad esempio, deathmatch, utilizzato ormai in tutti i giochi di questo tipo e non solo.

Oggi, quando si parla di giochi retrò, Doom è fra i primi a venire in mente, perché ha fatto divertire la prima generazione di videogiocatori e questo è l’unico aspetto che conta davvero: il divertimento.

Oggi, a 20 anni di distanza, stiamo aspettando l’uscita dell’ultimo capitolo, Doom 4, che promette, come ogni capitolo della serie, grandi innovazioni tecnologiche.

 

Vi consigliamo anche