0 Shares 10 Views
00:00:00
17 Dec

Violazioni della posta elettronica. Ecco come proteggersi

LaRedazione - 27 luglio 2013
LaRedazione
27 luglio 2013
10 Views

Spesso sentiamo parlare di furti di account di posta elettronica da parte di hacker o pirati informatici, che eseguono queste noiose ed antipatiche operazioni tramite la tecnica del phishing oppure, se sono particolarmente smanettoni, tramite metodologie che prevedono abilità più specifiche e subdole.
In questo pezzo, vedremo come, con dei semplici consigli ed accorgimenti, è possibile prevenire o ridurre al minimo il rischio di furto della nostra casella e-mail.

Innanzitutto dobbiamo utilizzare un’ottima password che, già da sola, può diminuire considerevolmente le possibilità di un attacco hacker. Cerchiamo di creare una password abbastanza articolata e mista, cioè formata da una combinazione di caratteri alfa-numerici, e che abbia una lunghezza minima di almeno 8 caratteri.
Quindi sarebbe saggio evitare password ridotte e che richiamino ai nostri nomi piuttosto che a date di nascita ecc, in quanto molto vulnerabili e facili da indovinare.

Armiamoci inoltre di un buon antivirus (e aggiorniamolo costantemente) perchè molto spesso i pirati informatici utilizzano piccolissimi programmi come i virus per poter rubare le password degli ignari utenti. Frequentemente un virus è in grado sia di manomettere irrimediabilmente il pc, che rubare le password e dati personali. Si possono nascondere addirittura dietro un file o un’immagine dal comunissimo ed innocuo formato jpg.
Attenzione quindi a non effettuare download, di qualsiasi cosa, da siti non certificati e sconosciuti. Un buon software schermerà la maggior parte dei virus circolanti sul web.

A braccetto con l’antivirus, va l’attenzione al sopracitato phishing. Molto spesso infatti, arrivano numerose e-mail in cui viene sfacciatamente richiesto di fornire al mittente, password e dati per il login, per effettuare fantomatiche manutenzioni o aggiornamenti. Questo è un palese e mal celato tentativo di phishing.
E’ da tenere presente che mai nessuno staff di nessun servizio, è autorizzato a chiedere le password agli utenti.

Fare attenzione, quando effettuiamo il login, alla certificazione del sito web, verificare che sia quello originale del servizio e-mail. Spesso infatti, tramite il “fake-login”, gli hacker rubano le password creando dei siti in tutto e per tutto simili all’originale, ingannando così l’utente.

Bastano in conclusione, buon senso e pochissimi accorgimenti per evitare di cadere vittima di malintenzionati e, amenoche la password finisca in mani sbagliate a causa della propria negligenza o ingenuità, con i consigli di cui sopra, si potrebbe garantire al proprio account di posta elettronica, un discreto e duraturo grado di protezione.

Loading...

Vi consigliamo anche