0 Shares 7 Views
00:00:00
15 Dec

WeChat si presenta a Milano: ‘In Italia vogliamo giocare un ruolo da protagonisti’

LaRedazione - 17 settembre 2013
LaRedazione
17 settembre 2013
7 Views

WeChat si presenta a Milano: ‘In Italia vogliamo giocare un ruolo da protagonisti’, spiegano i responsabili di un progetto che nelle sue prime settimane si sta già rivelando vincente. Un appuntamento che ha visto ufficialmente, nell’evento presentato nel capoluogo lombardo da Francesco Facchinetti e Alessia Ventura, sbarcare in Italia la piattaforma di instant messagging e social mobile, che da luglio può essere scaricata per tutti i principali smartphone, e che nell’ultimo mese è risultata essere in cima alle classifiche dei download italiani.

D’altronde WeChat ha dimostrato sin da subito di non badare a spese per quanto riguarda la scelta dei testimonial, con la campagna pubblicitaria dell’ultima estate che ha visto protagonista Lionel Messi, quattro volte Pallone d’Oro ed asso del Barcellona e della nazionale argentina.

Come confermato nella conferenza di presentazione, WeChat ha l’obiettivo di coniugare i servizi offerti da un sistema di istant messaging, con quelli delle piattaforme social più note. Ad esempio, oltre a chattare, sarà possibile utilizzare la funzione ‘condivisione momenti’ per mostrare ai propri contatti foto, immagini e adesivi. In più, un pezzo forte del servizio è sicuramente la messaggeria vocale, come ricordato da Francesco Facchinetti durante la presentazione.

Basta infatti utilizzare la funzionalità della chat di gruppo, e registrare un messaggio vocale che può essere poi ascoltato da tutti gli amici inclusi nella sessione di chat, ed il gioco è fatto. Alessia Ventura ha definito We Chat un modo originale e divertente per restare in contatto con gli amici, e perché no, anche con la propria famiglia, vista l’ormai capillare diffusione degli smartphone, che hanno raggiunto ormai tutte le fasce d’età, e non possono certamente essere considerati solamente come un fenomeno giovanile.

D’altronde il capo del progetto WeChat, Dennis Hau, ha specificato di puntare molto sulla diffusione del servizio in un paese come l’Italia, che ha tributato da subito un grande successo per le piattaforme social, e ne ha eletto come mezzo di diffusione principale gli smartphone. Anche nei primi due mesi di diffusione, i dati parlano di un grande successo per WeChat, e Dennis Hau ha specificato come nel mondo l’Italia sia stato uno dei cinque paesi che ha sancito il maggiore successo della funzione dei messaggi vocali, ovvero quella attraverso la quale WeChat punta a differenziarsi dalle altre piattaforme di messaggistica istantanea. L’Italia resta dunque un punto strategico di diffusione di WeChat, che sta raccogliendo comunque grandi consensi a livello planetario, dagli Stati Uniti all’Asia, dal Nord Europa fino ai paesi Arabi.

Loading...

Vi consigliamo anche