0 Shares 66 Views
00:00:00
23 Jun

Avanti un Altro. Paolo Bonolis processato

La Redazione - 14 giugno 2018
La Redazione
14 giugno 2018
66 Views
Avanti un Altro. Paolo Bonolis

Paolo Bonolis e il suo programma Avanti un Altro che è finito sotto inchiesta. Puntata speciale quella andata in onda su Canale Cinque.

Avanti un Altro. Paolo Bonolis processato

Paolo Bonolis, storico conduttore Mediaset, durante Avanti un Altro si è sottoposto a un gioco insieme a Gianluigi Nuzzi. Gli è stato fatto un vero e proprio “quarto grado”.

E non si tratta di un caso, perché il riferimento alla trasmissione di Nuzzi ci sta tutto. Per Bonolis, infatti, si è trattato di una sorta di interrogatorio sul suo modo di condurre Avanti un altro. Il presentatore di Quarto Grado, attraverso filmati e domande, ha indotto il povero Paolo a fare una sorta di confessione su alcuni aspetti del suo programma.

An Italian Crime Story“, così è stata sottotitolata questa puntata un po’ anomale di Avanti un altro. Nel corso delle due ore, la verve comica di Bonolis si è alternata alla serietà composta di Nuzzi, creando una dualità a tratti irresistibile. E non sono mancati i momenti di divertimento, dai filmati con Luca Laurenti a quelli in cui erano presenti i variopinti personaggi della trasmissione pomeridiana di Canale Cinque. Compresi i concorrenti, che pure hanno un ruolo cruciale in quel grande teatrino dell’assurdo che è Avanti un altro.

Le domande di Nuzzi

Seduto su una poltrona Bonolis, con la sua consueta parlantina e la mimica facciale degna di un attore comico, risponde alle domande di Nuzzi creando un sottile gioco tra conduttori. Le varie “colpe” di Bonolis? Il modo in cui sottopone gli ospiti della sua trasmissione ai lazzi e ai suoi giochi di parole, relegandoli spesso al ruolo di vittime.

E non è mancato il riferimento a un’altra conduttrice Mediaset. Incalzato da Nuzzi, a un certo punto Bonolis, tra il serio e il faceto, ha detto: “Se mi dichiaro colpevole, poi posso andare da Barbara D’Urso“. Una battuta, certo, ma anche una divertente riflessione su come Pomeriggio Cinque sia diventato, negli ultimi anni, una sorta di confessionale.

La puntata speciale di Avanti un altro trasmessa la scorsa settimana era dedicata alla beneficenza. I consueti ascolti record avevano premiato gli sforzi di Bonolis che, in quella di ieri, invece, ha puntato su un comicità più nera e paradossale.

Basta tv trash?

Accusato da anni di fare trash televisivo, l’autore di Ciao Darwin ha voluto giocare un po’ con se stesso e, soprattutto, con il suo ruolo di mattatore. Una sorta di auto-confessione fatta proprio negli studi di Avanti un altro, trasmissione che tiene incollati milioni di telespettatori.

Ma, in fondo, quali sarebbero i presunti “crimini” compiuti da Bonolis? Di intrattenere i propri fan? Di dare al suo affezionato pubblico un’ora è mezza di allegria? Consentirgli di staccare momentaneamente la spina dai disagi della vita quotidiana? Se questi sono i suoi misfatti, allora tutti dovrebbero essere contenti di avere un criminale come lui. Innocente o colpevole che sia, per la sua simpatia a Bonolis va la stima di milioni di italiani.

[Foto: www.tgcom24.mediaset.it ]

Loading...

Vi consigliamo anche