Comprano un casco di banane e si ritrovano la casa infestata da ragni velenosi

Una scena da film horror sconvolge la quiete di una piccola famiglia britannica.

Immaginate di recarvi al vostro supermercato di fiducia per fare la spesa, tornare a casa e notare che, su una delle vostre banane, sia comparso un bozzolo bianco. Da questo bozzolo immaginate di veder fuoriuscire centinaia di ragni velenosi che s’impadroniscono del vostro appartamento e proliferare fino a diventarne migliaia. Quella che vi abbiamo descritta non è la scena di un film diretto da George Romero, ma un fatto realmente accaduto alla famiglia Gamble.

Ashley è un giovane ventottenne che, insieme a sua moglie Sophia e alle due adorate figliolette ha assistito all’esperienza più traumatica della sua vita. “Quando ho visto le uova schiudersi ho preso l’aspirapolvere e ho cercato di acchiappare quanti più ragni potevo, ma questi scappavano ovunque”: leggendo queste parole, che Ashley ha rilasciato al “The Sun”, si può soltanto immaginare la paura che lui e la sua famiglia hanno vissuto in quelle drammatiche ore.

Uno degli aspetti più sconvolgenti di questa storia è che i Gamble hanno dovuto abbandonare il loro appartamento per dare agli esperti il tempo di disinfettarla. E sarà difficile che Isla Rose, la loro piccola di due anni, potrà dimenticare un’esperienza simile. Amelia Lily, l’altra bambina dei Gamble, ha soltanto tre settimane, e forse avrà potuto avvertire la sensazione di paura che la sua famiglia ha vissuto.

Ashley dopo aver abbandonato la sua casa si è trasferito dai suoceri. “Tornerò nel mio appartamento solo quando anche l’ultimo di quei maledetti ragni sarà scomparso” ha fatto sapere. Ma l’uomo ha raccontato che oltre al danno c’è stata anche la beffa per lui: le spese per la fumigazione, ovvero il trattamento previsto in questi casi per disinfettare le aree colpite dall’invasione di ragni, saranno totalmente al suo carico. Si tratta di un procedimento molto costoso e che, al momento, i Gamble non possono permettersi.

La Asda, che è la catena di supermercati in cui Ashley ha comprato le banane “incriminate”, ha fatto sapere che i loro prodotti sono sottoposti a ogni tipo di controllo e che quanto avvenuto si può dire un caso isolato. E sembra che i Gamble dovranno tutelarsi con un legale per far valere i propri diritti e chiedere all’Asda di coprire i costi per la fumigazione, soldi che la società non intende pagare.

Non è escluso che tra le parti si possa giungere a un accordo, anche perché quanto successo ai Gamble ha scosso l’opinione pubblica. La vendita di banane in Inghilterra potrebbe subire un brusco arresto, nonostante l’Asda assicuri i suoi clienti sull’affidabilità e la provenienza dei propri prodotti. Ci sembra, anzi, che la catena di supermercati dovrebbe agire tempestivamente e sostenere Ashley e la sua famiglia. Il tipo di ragni fuoriuscito dal casco di banane appartiene a una razza in grado di avvelenare il corpo di un adulto dopo solo ventiquattro ore, causandone la morte. Decisamente un prezzo troppo alto da pagare per apprezzare la qualità di un frutto pur buono come le banane!

[Foto: si24.it]