Confermata l’identità di chi muore in Arrow [spoiler]

Gli autori parlano della fuga di notizie che ha rivelato l'identità del personaggio che morirà nell'episodio in onda domani negli USA

Sin dall’inizio della quarta stagione gli autori sono riusciti a creare un vero e proprio clima di suspense mostrando nelle immagini finali della premiere un disperato Oliver di fronte alla tomba di un personaggio che, evidentemente, gli era molto caro. Da quel momento in poi le speculazioni su chi potesse trovarsi in quella tomba si sono sprecate, dominando di fatto l’arco narrativo di tutta la quarta stagione dello show, almeno fino a pochi giorni fa.

Dico pochi giorni fa perché, nonostante vi fossero diversi indizi, fino a questo momento non vi erano state prove certe sull’identità della personaggio che avrebbe lasciato il Team Arrow, nonostante gli autori avessero confermato che sarebbe stato un qualcuno di molto importante, la cui dipartita avrebbe cambiato le dinamiche della serie. L’episodio in onda domani negli Stati Uniti (4×18 Eleven-Fifty-Nine) rivelerà l’identità della persona in questione, sciogliendo finalmente questo mistero.

La notizia, o sarebbe meglio dire lo scoop, che ha cambiato però le carte in tavola, è stato di recente rivelato da un paparazzo il quale ha postato sul suo account Twitter @PUNKD_Images delle immagini decisamente rivelatrici, che mostrano il nome di questo personaggio inciso sulla sua lapide.
(Cliccate quindi il link a vostro rischio e pericolo e solo dopo aver finito di leggere tutto l’articolo!)
La conferma dell’identità del membro del Team Arrow che ci lascerà ha quindi in poco tempo fatto il giro nel mondo, tanto che gli stessi autori non hanno più potuto ignorare quelle che fino a poco tempo prima erano state solo delle “voci” non corroborate da alcuna prova, ed hanno dovuto obbligatoriamente parlare della fuga di notizie che ha portato alla rivelazione a poca distanza dalla messa in onda dell’episodio che rivelerà ai fan sprovvisti di social media la verità tanto attesa.

Non è una bella cosa,” ha detto infatti il produttore esecutivo Marc Guggenheim in un’intervista con EW. “Lo dirò senza mezzi termini: queste persone dovrebbero vergognarsi.

Quel che è certo – e mi rivolgo agli scettici – è che questo giustificato sfogo da parte di Guggenheim può essere interpretato come una definitiva conferma sull’identità del personaggio che ci lascerà.