Criminal Minds: la verità sul suo licenziamento secondo Thomas Gibson

"Ho solo bisogno di più opportunità per fare un buon lavoro e dimostrare di essere un bravo ragazzo."

In una recente intervista con People, Thomas Gibson ha avuto l’occasione di raccontare la sua versione dei fatti sull’incidente che avrebbe poi portato al suo licenziamento dalla serie dopo undici stagioni nel ruolo di uno dei protagonisti. Secondo l’interprete di Aaron “Hotch” Hotchner, mentre la troupe stava girando il secondo episodio della nuova stagione di Criminal Minds, lui avrebbe messo in discussione la battuta di un dialogo che stava recitando per essere azzittito dall’autore e produttore Virgil Williams. Poco dopo, mentre Gibson stava spiegando ad altri membri del cast perché non fosse d’accordo sulla battuta incriminata, Williams sarebbe entrato nella stanza camminando con passo deciso verso di lui, “quando mi ha sorpassato, sfiorandomi, il mio piede, alzandosi, lo ha toccato sulla caviglia, ma se non mi fossi mosso mi sarebbe venuto addosso. Ci siamo scambiati alcune parole pesanti, per le quali il giorno dopo mi sono scusato, abbiamo girato la scena e sono tornato a casa, per non mettere poi più piede sul set.” L’attore, infatti, è stato prima sospeso e poi definitivamente licenziato il successivo 12 agosto.

A contribuire alla pesante reazione del network, sicuramente sono stati anche passati incidenti avvenuti sul set in seguito ai quali Gibson era stato costretto a frequentare un corso per il controllo della rabbia, ma – a tutt’oggi – l’ormai ex protagonista della serie, è convinto che la risoluzione di licenziarlo sia stata eccessivamente severa, tanto da aver dato mandato ad un noto studio legale di trovare un appiglio contro tale decisione.

“E’ come se stessero cercando di cancellarmi dallo show,” ha aggiunto Thomas Gibson. “Il mio orgoglio e la mia reputazione ne stanno soffrendo, ma alla fine so che le persone ricorderanno ciò che ho fatto di buono. Ho solo bisogno di più opportunità per fare un buon lavoro e dimostrare di essere un bravo ragazzo.”

Al livello creativo, gli autori della serie, non hanno ancora rivelato come giustificheranno l’uscita di scena del personaggio, l’unica cosa certa al momento è il ritorno nel team del BAU di Emily Prentiss (Paget Brewster), previsto per i primi episodio della dodicesima stagione.

Argomenti correlati: PAGET BREWSTER TORNA TRA I PROTAGONISTI IN CRIMINAL MINDS 12.

Al momento l’attore ha dichiarato di stare pensando di ritornare a recitare in qualche commedia, Gibson è stato protagonista fino al 2002 e per 5 stagioni della serie Dharma & Greg, di tornare a fare teatro o di occuparsi di produzione.

La dodicesima stagione di Criminal Minds inizierà mercoledì 28 settembre sulla CBS.