Da Miss a vittima: Gessica è apparsa per la prima volta dopo l’aggressione con l’acido

La giovane è stata gravemente ferita al volto dal suo ex fidanzato. L'uomo non accettava che la loro storia fosse finita

Finalista a miss Italia 2007, Gessica Notaro era una ragazza che aveva tutto. Intelligente, di successo (aveva partecipato al talent show “Amici” e al programma sportivo di Rai2 “Quelli che il calcio”) simpatica e bellissima.

Proprio per queste ragioni, forse, il suo ex fidanzato, Edson Tavares, non riusciva a darsi pace dopo la fine della loro storia d’amore.

Accecato da una profondissima gelosia, l’uomo le ha lanciato in faccia una boccetta d’acido, lasciandole importanti ferite sul volto. Il tutto è successo il 10 Gennaio, dopo che lo stesso era stato ammonito dal questore di Rimini per i suoi atteggiamenti ossessivi nei confronti di Gessica. Il ragazzo ora si trova in carcere a causa, per l’appunto, delle lesioni gravissime causate a seguito del lancio della sostanza acida.

Gessica, che dalla sua è una ragazza forte, ha deciso di non farsi sconfiggere da un gesto così meschino e violento e ha deciso di reagire. Ha già subito due operazioni di ricostruzione della pelle, a breve ne seguirà a una terza e una per recuperare al meglio il suo occhio. La giovane, in seguito ai tanti messaggi di affetto e sostegno ha anche deciso di postare un video per ringraziare le tante persone che le sono state vicine in questo momento complesso.
Notaro non si fa ancora inquadrare in volto (cosa comprensibile, considerando anche la difficoltà psicologica nell’affrontare una situazione del genere), eppure la sua voce è squillante, brillante: è la voce di una ragazza che ha voluto dimostrare la sua forza spirituale, che ha voluto dimostrare che lei è gran lunga più forte rispetto a chi ha cercato di portarle via il suo viso.

Speriamo solo che ora Gessica possa ritrovare la sua bellezza esteriore, perché quella interiore, ci pare quanto mai evidente, non l’ha mai abbandonata neanche per un secondo.

[fonte articolo: fanpage.it, ilfattoquotidiano.it, today.it]

[foto: thesun.co.uk]