0 Shares 26 Views
00:00:00
18 Dec

E’ nato! Welcome royal baby!

Gianfranco Mingione - 22 luglio 2013
Gianfranco Mingione
22 luglio 2013
26 Views

E royal baby fù! Dopo le tante scommesse sul presunto giorno, sul sesso, sul tipo di studi che il futuro erede al trono avrebbe fatto, finalmente è arrivato il giorno della venuta al mondo del bambino che un giorno, dopo Carlo sempre meno probabile re, e William, suo padre, erediterà il trono del Regno Unito. Con buona pace della regina Elisabetta, che non avrebbe comunque rimandato le sue prossime vacanze nella residenza del castello di Balmoral, di Kate e William, e degli affezionati monarchici inglesi! La conferma si è avuta grazie all’arrivo della macchina del “messo”, colui che ha il compito di informare e consegnare, in questo caso alla Regina, il certificato di nascita del terzo erede al trono. Il documento, che è stato poi appeso sul cancello di Buckingham Palace, contiene il sesso, l’ora della nascita, il peso. Per il nome bisognerà aspettare ancora un po’.

L’arrivo di William e Kate. Kate è arrivata stamattina accompagnata da William. La coppia principesca, onde evitare l’assedio di cronisti, è entrata dall’ingresso posteriore del St. Mary’s Hospital e Kate è stata ricoverata alla Lindo Wing, la lussuosa ala dell’ospedale in cui Diana partorì William e suo fratello Harry. La stanza in cui alloggia Kate ha il modico costo di 5.800 euro a notte. William, al pari di altri papà, almeno in questo, è in congedo di paternità per due settimane e resterà accanto a Kate e al pargolo reale fino ai primi giorni.

Una sala parto un po’ affollata! Il parto è stato seguito dal dottor Marcus Setchell, ex-ginecologo della regina Elisabetta, da suo figlio ginecologo, un terzo specialista, il dottor Alan Farthing, attuale ginecologo della Regina e da un team di infermiere specializzate. Oltre alla numerosa equipe, ha assistito la moglie anche William stesso. E pensare che fino al 1930, la nascita di un royal baby avveniva alla presenza di un ministro, per evitare che sul trono salisse un impostore. Una sala parto, non c’è che dire, davvero gremita!

103 salve di cannone per Sua altezza il principe di… L’arrivo del futuro re è stato accolto con 103 salve di cannone, sparati da due punti diversi della città: 41 colpi da green park e 62 dalla Torre di Londra. La bandiera della union jack sventola su tutti i palazzi pubblici e reali del Regno. Sua Altezza, pur non avendo ancora un nome, ha già diversi titoli: re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Re di Antigua e Barbuda, Australia, Bahamas, Barbados, Belize, Canada, Grenada, Giamaica, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Isole Salomone, Santa Lucia e Tuvalu. Capo del Commonwealth e governatore supremo della Chiesa d’Inghilterra, comandante in capo delle forze armate e signore dell’Isola di Man.

E ora, quando si vedrà il royal baby? Non resta che fare il conto alla rovescia per vedere il royal baby accanto a mamma e papà sul balcone della clinica o a palazzo reale.

[foto: www.ninjamarketing.it]

Loading...

Vi consigliamo anche