0 Shares 20 Views
00:00:00
18 Dec

Papa Francesco in Brasile. Disinnescata bomba

LaRedazione - 23 luglio 2013
LaRedazione
23 luglio 2013
20 Views

Papa Francesco torna in Sud America per la prima volta dal giorno in cui è stato eletto al soglio pontificio, ma nonostante l’amore di cui è oggetto da parte dei fedeli, si teme per la sua incolumità.

Il Santo Padre è arrivato in Brasile, atterrando all’aeroporto Galeao. La sua meta è Rio de Janeiro, sede della Giornata mondiale della Gioventù (Gmg).
Uscito dall’aereo ha trovato ad attenderlo la presidente brasiliana Dilma Roussef e tanta gente che ha elevato cori al momento della sua apparizione sulla scaletta.
Il Papa ha viaggiato a bordo di una berlina chiara non blindata con il finestrino aperto, salutando la folla di fedeli dall’automobile.
I pellegrini hanno praticamente assediato l’auto del Pontefice, anche se con intenzioni chiaramente pacifiche, e dato che non vi era alcuna transenna il Papa ha avuto un contatto fisico con i suoi fedeli.
Ma la folla ha bloccato più volte l’avanzare dell’automobile per stringergli la mano e toccarlo anche un solo istante, per cui in alcuni momenti il servizio di sicurezza ha temuto il peggio.

Uno dei tratti più difficoltosi del tragitto è stato sulla avenida Vargas, dove l’auto con a bordo il pontefice ha impiegato 12 minuti per percorrere solo 500 metri.
Gilberto Carvalho, capo gabinetto della presidenza brasiliana, ha definito “un sollievo” il fatto che non sia successo niente in quei minuti e ha ammesso che c’è stato un errore nella scelta della corsia.
E’ stato reso noto che ci stati scontri tra la polizia e i manifestanti che protestavano contro il governo, nel corso della cerimonia di accoglienza del Papa nella sede del Palazzo di Guanabara: a circa 1.500 persone è stato impedito di avanzare verso il palazzo con i lacrimogeni. Il bilancio parla di un agente della polizia rimasto ferito in modo grave e di sei manifestanti fermati e portati al commissariato.
Altre mille persone hanno protestato per affermare i diritti civili degli omosessuali che “la Chiesa discrimina”.
Ma non è finita qui.
La polizia militare ha fatto sapere che un ordigno esplosivo artigianale è stato trovato nel bagno del parcheggio del Santuario di Aparecida ed è stato disinnescato. Papa Francesco si recherà in visita al santuario domani.
E’ stato precisato che l’esplosivo non aveva una grossa potenza ed era abbastanza insignificante e che l’area in cui si trovava non è interessata dalla visita del pontefice.

Nonostante tutte le rassicurazioni però, cresce la paura dei fedeli di tutto il mondo per la visita di domani ad Aparecida.
Nel frattempo il portavoce papale ha espresso contentezza e positività per l’accoglienza ricevuta in Brasile e ha fatto sapere che il Papa non ha perso la calma in nessun momento ma si è goduto il contatto e l’affetto della folla che lo attendeva.

Loading...

Vi consigliamo anche