Serie TV: Emily Bett Rickards parla della quarta stagione di Arrow

L'attrice che interpreta Felicity Smoak parla del suo rapporto con il personaggio di Oliver, dell'esperienza che l'ha portata quasi alla morte e della paralisi

La quarta stagione di Arrow che, secondo gli autori, avrebbe dovuto essere per gli spettatori più leggera rispetto alla gotica terza stagione, per un personaggio in particolare ha preso una piega davvero difficile, soprattutto dopo l’attentato alla sua vita che ha lasciato Felicity Smoak (Emily Bett Rickards) su una sedia a rotelle, ma ecco cosa l’attrice ha confidato alle pagine di TV Line circa il suo ruolo nella serie e ciò che il pubblico potrebbe aspettarsi dai prossimi episodi.

In questa stagione Felicity ha avuto modo di sperimentare la felicità, un’esperienza che l’ha portata quasi alla morte, la paralisi ed il ritorno del padre scomparso da tanto tempo… e un fidanzamento che verrà rotto. Sapevi che la 4^ stagione sarebbe stata così drammatica per lei? 
Oh mio Dio, potrei usarti per sempre per fare riassunti! [Ride] Lo sapevo. Anche se mi era stata promessa una stagione più felice – e gli autori sono stati di parola, dato che Felicity ha una visione più positiva ed allegra della vita rispetto allo scorso anno – non sapevo però che un solo personaggio in così poco tempo potesse subire così tanti cambiamenti nella sua vita. Viene da chiedersi “davvero ci sono persone che affrontano cambiamenti così drastici in un solo anno della loro vita? Capita mai a qualcuno di dire ‘Oh, E’ stato un anno davvero bello ad essere sinceri, grazie per avermelo chiesto, non ho fatto molto, non mi è successo nulla di speciale’? E a noi piacerebbe guardare una cosa simile?”

Avevi qualche preoccupazione per il fatto che Oliver e Felicity avessero iniziato questa stagione come una coppia felice?
Ce l’avevo. Stephen [Amell] ed io volevamo che la loro relazione fosse realistica, ma anche interessante da guardare in televisione, il che è difficile da ottenere, perché ci piace vedere persone “torturate e che vengono separate” o “insieme, ma con dei problemi” o ci piace che “qualcuno nasconda un segreto”. Ci piace interpretare questi ruoli, ma Stephen ed io volevamo che si vedesse che quando loro stanno insieme, sono felici, che la loro è una relazione stabile e salutare o volevamo che si vedesse che lavoravano per ottenere questo fine. Credo che i problemi di tutti i giorni siano qualcosa che tendiamo ad ignorare in televisione – magari non è una cosa interessante da guardare, ma possiamo solo sperare che lo sia. Anche se poi finiamo per passare a fil di spada quella felicità. Già…

Donna (Charlotte Ross) è stata molto importante in questa stagione. Quali strade ha aperto per te, come attrice, la sua presenza?
Al di là del semplice fatto di lavorare con Charlotte, perché ci piace lavorare insieme, è molto soddisfacente per un attore che il proprio personaggio abbia la madre che fa una scena con lei, averla nella propria vita. Perché anche se sei un adulto, con i tuoi genitori ti senti sempre un bambino. A volte darai dei consigli a tua madre, ma loro continuano ad avere quasi questo potere magico su di te che ti fa sentire sempre giovane. E per me, come attrice, e per Felicity è una cosa bellissima avere vicina la propria madre, perché ti dà l’opportunità di recitare diversi ruoli. Puoi persino usare torni diversi di voce, perché con la propria madre si parla in maniera completamente diversa da come parliamo con tutti gli altri. Ed è una cosa su cui le madri possono sempre fare affidamento, anche quando i loro figli crescono.

Anche Curtis (Echo Kellum) è una nuova entrata: che valore aggiunto pensi dia a Felicity?
Prima di tutto mi fa ridere. Lo adoro. Invece di respingersi si attraggono, cosa che è davvero bella per entrambi, perché non gli capita spesso. Mi piace come riescono reciprocamente a costringersi a rimanere concentrati quando devono portare a termine un compito. E poi, quando sono troppo concentrati si prendono cura l’uno dell’altra. E spero che sia una relazione che potremo approfondire.

Hai avuto la possibilità di recitare con te stessa in questa stagione, è stato strano vedere il risultato finale?
E’ stato divertentissimo farlo, e stancante e soddisfacente… non avrei potuto chiedere di meglio. Mi sono sentita così realizzata. Ma vederlo e volendolo fare di nuovo, il risultato finale non è poi così strano, pensi solo “Oh, ecco come funziona.” Ali Liebert (Bomb Girls) era la mia partner in quelle scene [si alternava tra la Felicity normale e quella Gotica] ed è stato fantastico lavorare su un personaggio con un attore con cui ti sei preparato prima e dare questa sensazione di star davvero legando la scena. Ali è un’attrice fantastica, quindi era una minaccia. Io praticamente volevo lanciare coriandoli in aria ogni colta che gridavano “stop” alla fine di una scena, è stato divertentissimo.

Argomenti correlati: ARROW: WENDY MERICLE PARLA DEL PADRE DI FELICITY SMOAK.

A quanto pare non durerà a lungo, ma come ti sei preparata per la storyline della paralisi? La [showrunner] Wendy [Mericle] ci aveva detto che non vedevi l’ora di affrontarla.
Ero felice della sfida. Uso talmente tanto il mio corpo, come attrice, come Felicity, che ero preoccupata all’idea di dover sedere su una sedia e non essere in grado di usare tutto il mio corpo. Ma ho parlato con una donna che è rimasta paralizzata a 20 anni in un incidente con lo snowboard e quella conversazione mi ha davvero aperto gli occhi. Lei è stata molto molto generosa con la condivisione delle sue esperienze e nel darmi tante informazioni. Mi è dispiaciuto non avere avuto più tempo per mostrare come sia stato adattarsi alla situazione, perché non è questo ciò di cui parla il nostro show. Mi è dispiaciuto perché è una cosa che cambia completamente la tua vita e noi abbiamo potuto mostrarne solo una piccola parte. Mi piace la mentalità di Felicity, e naturalmente le ci sarebbe voluto molto più tempo per acclimatarsi, non posso sottolinearlo mai abbastanza, ma lei ha pensato “questa adesso è la mia vita e voglio ancora che i miei miei traguardi ed i miei sogni si avverino”. Sono fiera di lei ed era qualcosa che mi avevano promesso si sarebbe visto all’inizio della stagione, che Felicity sarebbe stata più allegra, che quello era il suo scopo e che nulla l’avrebbe fermata dall’ottenerlo.

Cosa puoi anticiparci della reazione di Felicity all notizia dell’esistenza del figlio di Oliver, William?
Credo che l’abbiamo vista nell’episodio crossover reagire in un certo modo e che potremmo rivedere quella reazione nella realtà – il che è interessante se ci si pensa – il fatto che non vediamo sempre tutte le possibilità che si svolgono in tutte le diverse linee temporali, ma che accadano comunque! [Ride] Penso che tutti noi conosciamo bene il cuore di Felicity e sappiamo che lei cerca sempre di essere il più onesta possibile. E’ una cosa che rispetta nei suoi amici e nelle persone di cui si circonda, detto ciò, quando scoprirà questa informazione che avrebbe sperato di avere già, possiamo probabilmente predire come reagirà.

arrow-oliver-felicity-limo

Come hai scoperto che Felicity non avrebbe indossato l’anello di fidanzamento nel flash forward e come hai reagito?
Nel copione c’era letteralmente scritto, “NIENTE ANELLO” ed io ho pensato “OK….” Nel filmare quella scena noi non sapevamo cosa davvero stesse accadendo. Il tuo personaggio sa cosa sta accadendo, ma tu come attore non lo sai, quindi cercavamo di ottenere più informazioni possibili dagli autori, verso dove questa storyline stesse andando… Tutto avrà più senso alla fine, ho trovato che recitare quelle pagine sia stato… non voglio dire che fosse stressante, ma è stato difficile. Perché mi piace dare autenticità alle cose.

Dovevi recitare una via di mezzo….
Sì o rappresentare due estremi. Penso che mi sentirò sempre come se mancasse qualcosa, perché “se avessi saputo quella cosa…” Ma per la questione dell’anello mi sono chiesta “a che punto è la loro relazione e perché sono nella macchina insieme?” Ovviamente sono comunque in contatto anche senza l’anello, quindi cosa significa questa cosa? Che cosa è accaduto tra loro? Dipende dalla loro relazione o dal motivo per cui sono al cimitero? A cosa si riferiscono in quella scena? Perché non parlano dell’anello eppure l’anello sembra marcare una distanza tra di loro.

Hai letto quella teoria di alcuni fan secondo cui Oliver stia avendo un’allucinazione in quella macchina e Felicity sia quella morta?
No! Oh mio Dio, ma che forza! Non nel senso di “bello”, ma no, non ci ho nemmeno pensato… tu chi pensi ci sia in quella bara?