Pulizie di casa: 8 cose che forse non puliamo nei tempi e modi giusti

Consigli su quando e come pulire oggetti e cose di uso comune presenti nelle nostre case senza ricorrere a prodotti particolari

Un piccolo vadevecum su cosa può capitare di non pulire a fondo o nei modi e tempi giusti dentro le nostre case. Si va dalla zona bagno, passando poi alla cucina e ai vestiti. Rimedi economici e non inquinanti!

  1. Pattumiera da incubo. Quante volte lavate il secchio della pattumiera? I contenitori vanno lavati accuratamente almeno una volta la settimana, soprattutto quello contenente l’umido. Per pulirli si possono utilizzare due rimedi al 100 per cento non inquinanti: del ghiaccio fatto in casa con l’aceto o un getto di acqua fredda con scorze di agrumi.
  2. Il lato B del water! È la zona d’ombra a volte più difficile da pulire (ma questo dipende anche dal tipo di sanitario che si ha). Nella parte posteriore del wc, se non pulita adeguatamente, si possono sedimentare residui di urina, polvere e peli. Un buon rimedio per pulire questa zona consiste nell’arrotolare degli asciugamani di carta e passarli nella zona fino a quando non rimane pulita.
  3. Deumidificatore. È utilissimo contro l’umidità ma è importante tenerlo pulito, pena il suo malfunzionamento. Il consiglio della Mayo Clinic – organizzazione no-profit per la pratica e ricerca medica – è quello di cambiare l’acqua che si accumula nella vaschetta ogni giorno e di pulire la griglia dove si versano i sali o la pastiglia ogni 3-4 giorni. Per pulirlo basta utilizzare acqua e aceto.
  4. Caffettiera. Sono in molti a sciacquarla con dell’acqua corrente ma, secondo il Good Housekeeping Research Institute, dovrebbe essere lavata con acqua calda e detersivo (quando è sporca). Un altro consiglio è quello di far bollire nella caffettiera stessa l’aceto bianco anziché l’acqua una volta al mese.
  5. Coltelli. È preferibile non lavarli in lavastoviglie ma a mano e con acqua tiepida.
  6. Lenzuola. Secondo gli esperti è buona regola lavarle ogni tre giorni e non una volta la settimana, soprattutto se a letto ci si fa spesso anche la colazione o i pasti.
  7. La tuta della palestra puzza? Il rimedio per togliere il cattivo odore dai vestiti in cui si è sudato molto per meriti sportivi, arriva da Donna Smallin, autrice di “The One – Minute Cleaner Plain & Simple“. La Smallin consiglia di usare anche l’aceto bianco e il bicarbonato.
  8. Macchie di vino rosso. Per togliere le macchie di un ottimo vino rosso arriva il consiglio del professore Mangrid Johnson, vice presidente del dipartimento sviluppo tessile presso il Fashion Institute of Technology di New York. Il luminare consiglia di spargere del sale sulle macchie di vino appena caduto prima che si assorba e sulle macchie secche dei prodotti ossidanti. Provare per credere!

(Immagine: www.amando.it)