L’amore su WhatsApp: come farsi lasciare in 4 mosse

Ecco 4 esempi sul delicato equilibrio di coppia: alcune funzioni dell'app più usata entrano in gioco ed il rischio di una crisi aumenta

Mogli, fidanzate, mariti ed ex stiano in guardia: oggi una relazione – per quanto stabile – deve comunque fare i conti con la tecnologia. E non sempre tutto va per il meglio, come dimostra WhatsApp. Le sue funzioni, almeno quelle di default, sono un ottimo sistema di intercettazione su quanto fa (o non fa) il proprio partner e così nascono alcuni problemi. Ecco 5 esempi di come l’app di messaggistica più popolare possa giocare un ruolo importante nella vita a due e, anche, far sfociare in una crisi il rapporto.

Se non c’è privacy
Per quanti non sanno ancora come disattivarla nelle impostazioni (come accennato in altri articoli), la spunta blu di WhatsApp rischia di essere motivo di piccoli conflitti col partner. Violata o no la privacy nel meccanismo di avvenuta lettura, infatti, c’è il rischio che possa incidere nel normale rapporto di coppia. Anche un’app ormai può monitorarci, ma se si esagera…

Spunte e privacy - Foto thosemen.wordpress.com

Foto: iljournal.today

rottura1

Foto: blogdilifestyle.it

Se incombe la gelosia
E come non parlare poi della scritta online o dell’ultimo accesso che inchioda ad un momento preciso la connessione di lui o lei all’applicazione o che sottintende una sospetta assenza? Complici quasi della gelosia, i nuovi sistemi di comunicazione che funzionano sul web diventano preziosi alleati sugli spostamenti del partner (e comunque, per inciso, anche i dati relativi alla propria connessione possono essere disabilitati nelle impostazioni).

gelosia

Foto: picslist.com

Se il flirt è  facile
Per chi è timido o ama il rischio, senza dubbio WhatsApp è utile anche per flirtare, in modo semplice e senza farlo di persona. L’unico accorgimento possibile – per salvare la situazione con un eventuale partner – è quello di ricordarsi di cancellare le conversazioni più hot. Altrimenti, è crisi assicurata.

Flirt in qualche tap

Foto: ladolcezzadeiragazzitimidi.tumblr.com

whatbugie

Foto: scuolazoo.com

Se cresce l’ansia
Non sempre un’app salva da bugie o partner apprensivi, soffocanti o solo particolarmente sensibili. Ne è la prova qualche commento che si trova online e che riporta conversazioni su WhatsApp alquanto indicative.

Monitorare il partner è fonte di stress - Foto BonsaiTv

Foto: blog.libero.it

ansia what

Foto: lezpop.it

 

[Immagine di copertina: www.lezpop.it]