Tatuaggi, consigli e costi: ecco 9 cose da sapere

Maori, colorati o piccoli, i tatuaggi sono sempre di moda. Ecco la mini-guida per sapere tutto sui tattoo, utile a scegliere in piena sicurezza

Una farfalla, una sirena, il nome di chi amiamo oppure la nostra iniziale. Tanti sono i disegni da tatuarsi sulla pelle, seguendo una moda, per puro piacere o in ricordo di qualche evento che ci ha coinvolti profondamente, ma che fa i conti con una scelta spesso definitiva ed indelebile.

Rhianna, una delle star con piccoli tatuaggi

Rhianna, una delle star che ha scelto piccoli tatuaggi – Foto Grafiksmania.com

Esistono anche vari tipi di artisti, validi e meno validi in questa professione, mani esperte e meno esperte che popolano l’universo del tattoo. Ecco allora qualche consiglio e qualche indicazione di base per saperne di più prima di decidere.

1 . Scegliere di tatuarsi vuol dire anche avere piena convinzione di una scelta che modificherà in parte il proprio aspetto rispetto al passato. Con le moderne tecnologie si potrà coprire o trasformare il disegno, ma raramente cancellarlo definitivamente.

Fra i più richiesti, i tattoo maori - Foto Deavita com

Fra i più richiesti, i tattoo maori – Foto Deavita.com

2 . Per scegliere chi dovrà marcare a vita la pelle, la fretta è solo un pericolo: meglio frequentare amici e conoscenti che possano consigliare sulla loro diretta esperienza, consultare prima riviste specializzate e partecipare ad eventi e convention a tema per incontrare anche chi, oltre che avere talento, ha della professione piena consapevolezza.

3 . Verificare – una volta individuati i probabili tatuatori – le condizioni igienico-sanitarie dei loro studi, i loro book con le realizzazioni più difficili, facendo domande e prendendosi tutto il tempo per valutare con calma a chi affidarsi

4 . Documentarsi sulle possibili conseguenze ed allergie che la propria pelle potrebbe avere, mette anche nelle condizioni migliori l’esperto tatuatore che sarà così capace di valutare l’impatto della scelta, consigliare il da farsi in presenza di nei, imperfezioni cutanee ecc.

Brevi frasi, discrete e leggere sulla pelle - Foto Stylosophy.it

Brevi frasi, discrete e leggere sulla pelle – Foto Stylosophy.it

4 . Puntare alla qualità del risultato vuol dire anche non badare troppo ai costi. In caso di budget limitato, basterà non compromettere la sicurezza in cambio di un disegno meno colorato o esteso. In media per un tatuaggio semplice, limitato e monocolore si parte da poco meno di 100 euro mentre su altri più complessi, estesi e colorati si superano i 300-400 euro

5 . Scegliere cosa tatuare richiede altrettanta cura: il nome del (futuro/a ex) compagno/a, profili e volti di personaggi del momento – che sbiadiscono nell’immaginario collettivo prima del soggetto tatuato – sono fonte di frustrazione e/o di continui ritocchi che è bene considerare a priori

Capitan America disegnato dall'artista Sean Karon  - Foto Nikla net

Capitan America disegnato dall’artista Sean Karon – Foto Nikla.net

6 . Un tatuaggio ben fatto resta sulla pelle anche per 30 anni. Un buon consiglio è quello di scegliere un’area del corpo che col passare del tempo non risenta troppo di cedimenti dell’elasticità cutanea dovuta all’età.

7 . Dopo un preliminare trasferimento del disegno sulla pelle, si passa alla fase definitiva ed irreversibile. E’ fra le due fasi che resta il tempo per ogni ripensamento.

Fase di lavoro - Foto IlTatuatore it

Fase di lavoro – Foto IlTatuatore.it

8 . Il tatuaggio è pur sempre un piccolo intervento a fior di pelle: occorre affrontarlo in ottime condizioni psicofisiche, tenendo a portata di mano zuccheri (contro gli svenimenti)

9. A lavoro finito, l’estrema cura dell’area interessata è fondamentale, per evitare soprattutto infezioni oltre che danni al disegno.

 

[foto: theunconventionalmag.it]