0 Shares 16 Views
00:00:00
13 Dec

Monte Argentario, il fascino dell’isola indipendente

LaRedazione
24 agosto 2013
16 Views

Guardare Monte Argentario dall’alto è una merviglia da provare almeno una volta nella vita: un alto e largo promontorio che si erge imponente nel Mar Tirreno, tra la costa della Maremma e le isole del Giglio e di Giannutri, che sembra quasi trattenuto a forza dalle terre continentali antistanti grazie a due sottili tomboli, che si sono creati nel corso dei secoli e hanno trasformato il Monte Argentario da isola ad appendice.
Questo lembo di Toscana è un Paradiso naturalistico di primaria importanza, dove l’uomo ha saputo inserirsi con discrezione imparando a rispettare le bellezze regalate da Madre Natura.
Arrivando a Monte Argentario in barca dalla Toscana il primo approdo che si trova è quello di Porto Santo Stefano, borgo ad altissima vocazione turistica che continua tuttavia a trovare sostentamento dalla pesca, attività molto redditizia nella zona, che attira anche tantissimi turisti, vogliosi di assaporare le prelibatezze locali in una delle tante taverne e ristoranti tipici dove viene ogni giorno portato il pesce pescato al mattino.
Nelle vicinanze di Porto Santo Stefano è attivo l’attracco di Cala Galera, visitatissimo in estate, anche grazie allo straordinario tratto di costa che lo circonda, punteggiato di cale protette da imponenti scogliere rocciose che si buttano a capofitto nello straordinario mare turchese del Mediterraneo Tirrenico, che si alternano a piccole baie sabbiose dove il contrasto tra l’intenso azzurro del mare e il verde della rigogliosa vegetazione che cresce oltre le sottili strisce di sabbia bianca è fortissimo e decisamente affascinante. Ma se si vuole restare veramente a bocca aperta, bisogna venire in questa zona dell’isola alle prime luci del giorno, quando le sfumature rosa e arancio dell’alba colorano il mare e i dintorni creando un’atmosfera quasi onirica, che non sarà facile dimenticare.
Verso sud ovest si incontra Porto Ercole, che sorge ai piedi dell’altura principale in una zona incantevole dove niente è come sembra e le emozioni sono esaltate all’ennesima potenza.
Prima di arrivare nel borgo di Porto Ercole è necessaria una tappa alla spiaggia de La Feniglia, che si estende sul tombolo più orientale: si tratta di una lunga striscia di sabbia dorata su un mare dalle sfumature verdi e turchesi.
Ogni metro percorso in questa zona possiede qualcosa che merita di essere ammirato su cui soffermarsi: Cala Galera, la Spiaggia Lunga, Cala Piazzoni, lo Sbarcatello sono solo alcuni esempi delle straordinarie cale e spiagge da visitare al Monte Argentario, isola indipendente dal fascino antico e mai sfiorito.

Vi consigliamo anche