0 Shares 11 Views
00:00:00
16 Dec

Ponte di Ognissanti: vuoi mettere un primo novembre nei trulli?

LaRedazione - 29 ottobre 2013
LaRedazione
29 ottobre 2013
11 Views

La festività di Ognissanti può essere l’occasione ideale per regalarsi tre giorni di vacanza e relax in un angolo di Puglia dal fascino tutto particolare: il Salento.

La penisola Salentina occupa l’area che comprende l’intera provincia di Lecce e una piccola porzione di quelle di Bari, Taranto e Brindisi. Si tratta di un territorio che riserva infinite sorprese al turista e, se il clima ormai non più estivo non consente bagni di mare, vi sono comunque tali e tante attrattive che tre giorni parranno un’inezia di fronte a tanti luoghi da visitare.

Giungendo da nord, Alberobello è la meta immancabile di ogni itinerario turistico che si rispetti. La cittadina, definita la capitale dei trulli, fin dagli anni novanta è entrata a far parte dei beni patrimonio dell’Umanità dell’Unesco per le sue particolari abitazioni di forma conica edificate con pietre a secco.

Si tratta di una tecnica costruttiva antichissima, tecnica che in quest’angolo di Puglia non è mai stata abbandonata e che rende il centro storico di Alberobello veramente unico al mondo. I trulli tuttavia sono presenti in tutta la penisola, sia come abitazioni urbane che rurali e, secondo il dialetto, prendono il nome di furnieddhi o pajare e molti di essi sono trasformati in comodissime abitazioni dove è possibile soggiornare.

Se un pernottamento in un trullo è quanto mai affascinante, non lo è certo di meno scegliere una masseria dove, in ambienti rustici ma perfettamente restaurati e dotati di ogni comfort, si può godere della rilassante atmosfera della campagna pugliese.

Proseguendo il nostro itinerario alla scoperta della penisola Salentina, un’altra tappa obbligata è Lecce, definita la “Firenze del sud” per le sue bellissime architetture barocche realizzate con l’arenaria che conferisce agli edifici una particolare colorazione. Tra chiese, conventi, palazzi signorili ed eleganti piazze si può trascorrere un’intera giornata passeggiando per il bel centro storico, senza dimenticare una sosta per il pranzo per aver modo di assaggiare le gustose e, nello stesso tempo, semplici pietanze che appartengono alla tradizione pugliese come i ciciri e tria (pasta e ceci) o la taieddhra (teglia di cozze).

Dopo un’abbuffata di arte e di cibi tipici si può rilassarsi scegliendo di passeggiare lungo le rive del mare e, poiché non è più tempo di bagni di sole, è meglio lasciar perdere i lidi sabbiosi per ammirare le aspre scogliere che si affacciano sull’Adriatico, come quelle di Castro, dove si può cogliere l’occasione per visitare le antiche grotte della Zinzulusa.
Proseguendo verso sud si trova la città più orientale d’Italia, la bella Otranto, ricca di monumenti medioevali e nelle sue vicinanze è possibile ammirare lo stupefacente e colorato paesaggio di una cava di bauxite. Per il Ponte di Ognissanti regalatevi un weekend nel magico Salento!

Loading...

Vi consigliamo anche