1 Shares 54 Views
00:00:00
14 Dec

Trentino Alto Adige: le 10 passeggiate più belle per godersi le sue valli d’estate

LaRedazione
11 agosto 2013
1 Shares 54 Views

Il Trentino Alto Adige è una delle regioni più amate per trascorrere le ferie estive al fresco in mezzo alla natura e nel verde delle sue valli. Ecco 10 tra i più bei itinerari.

Lungo l’Adige
Percorrere il corso dell’Adige in Val Venosta, da Lasa a Silandro, permette di immergersi nella natura. Lungo il corso del fiume è presente una pista ciclabile che rende il tragitto particolarmente agevole e indicato anche per le famiglie. Il percorso è particolarmente suggestivo e il tratto dell’Adige percorso è forse tra i più particolari: qui il fiume si allarga e si stringe continuamente, in una discesa impetuosa con grandi e piccoli massi che affiorano di tanto in tanto. E’ un percorso di circa due ore lungo più o meno 7 km che si snoda tra i 700 e gli 890 metri sul livello del mare.

La Muta di Malles
La Val Venosta è il granaio del Tirolo e partendo dal delizioso borgo di Malles dopo una bella camminata si arriva alla Muta di Malles, una distesa infinita di campi di grano sotto un cielo particolarmente terso per paesaggi che sembrano usciti da una cartolina.
Superata la Muta si arriva in un altro splendido borgo montanaro, Burgusio, dove le case sono tutte state decorate con splendide pitture murarie. La passeggiata è impegnativa, si snoda per circa 12 km dai 1080 ai 1344 metri e ci vogliono tre ore e mezzo per completarla, ma ne vale la pena.

Al Lago di Tret
L’Alta Val di Non è un luogo magico in tute le stagioni, ma d’estate i suoi colori sfavillanti sembrano estratti dalla tavolozza di un pittore.
Il Lago di Tret è incastonato all’interno delle Alpi e raggiungerlo non è difficile; si parte dal paese di San Felice e si imbocca il sentiero numero 11, abbastanza agevole, che si snoda all’interno dei boschi che si aprono improvvisamente su ampi prati per poi continuare nelle foreste, in mezzo al silenzio intervallato solo dal vociare degli animali. Senza grandi salite si arriva direttamente al lago, oasi di pace e tranquillità.
E’ un sentiero lungo circa 6,5 km su un dislivello di appena 250 metri che si percorre in due ore e mezzo.

Al Sasso Putia
In Val Pusteria è immancabile un’escursione al Sasso Putia, un classico di questa valle.
Il sentiero è particolarmente impegnativo e si snoda tra canaloni e lunghissimi prati, dove volgendo lo sguardo è sempre una fantastica scoperta.
E’ un sentiero completamente in salita della durata di circa tre ore in un dislivello di 900 e la partenza è dal Passo delle Erbe.

Alla Malga Obisell
In Val Passiria attraversando un sentiero piuttosto stretto che si snoda come un serpente sul costone della montagna tra ruscelli, canaloni e cascate veramente pittoresche, superando un un bosco si arriva alla Malga Obisell incastonata nelle Alpi in uno scenario fiabesco che non ci si stancherebbe mai di guardare. E’ un percorso circolare, che partendo da Rifiano porta fino ai 2.110 metri per un dislivello di circa 850 metri; è un percordo molto impegnativo che dura cinque ore.

Alta Via della Val Passiria
Un’escursione in questo sentiero è consigliata a chi ama immergersi completamente nella natura incontaminata fatta di boschi e di corsi d’acqua che si tuffano rumorosi e impetuosi da alte cascate in mezzo al verde. I laghi alpini interrompono lo scenario e nonostante la difficoltà, è una passeggiata molto piacevole.
Dura circa 5 ore e si snoda tra i 1940 metri e i 2390.

Alla Malga Weitenberg
Partendo da Fundres, in Val Pusteria, e seguendo il corso del ruscello Weitenberg si arriva all’omonima Malga. Si attraversano valli profonde e scenari mozzafiato e in alcuni tratti è anche possibile scendere al ruscello per rigenerarsi.
E’ un percorso piacevole, che dura meno di due ore per un dislivello di 420 metri complessivi.

Al Rifugio Stevia
Partendo da S. Cristina in Val Gardena, dopo una lunga passeggiata tra sassi e pendii con sentieri che salgono velocemente di livello, di arriva al Rifugio Stevia, localizzato in una posizione favorevole sulle Dolomiti da cui godere di una vista impressionante su tutta la vallata.
Questa passeggiata dura circa quattro ore e mezzo e ha un dislivello in salita di circa 470 metri.

Ai Laghi ghiacciati
In Valle Isarco è necessaria una escursione ai laghi ghiacciati grande e piccolo, che si raggiungono dopo aver attraversato sentieri meravigliosi attraverso i boschi, dove non è difficile riempire ceste di frutti rossi dal’odore inebriante.
Le rive dei laghi sono una location ideale per un pic nic al fresco e più coraggiosi non potranno resistere alla tentazione di un tuffo.
La camminata dura circa tre ore e il dislivello complessivo è di 500 metri ed è abbastanza ripida anche se non particolarmente impegnativa.

Da Ladurns a Monte Cavallo
In valle Isarco, partendo da Vipiteno e percorrendo un sentiero con bellavista sul ghiacciaio Pflerscher si arriva prima alle malghe Vallming e poi al rifugio di Monte Cavallo, da ci godere della bella vista sulla vallata circostante.
Il percorso è lungo circa 8 km e i metri di dislivello sono in tutto 480 per circa tre ore di passeggiata.

Vi consigliamo anche