A Bratislava, per un week-end romantico

Bratislava, capitale della Slovacchia, a differenza delle "vicine" Praga e Budapest, non è presa d’assalto dai turisti, pur non avendo nulla da invidiare alle altre.

Il complesso architettonico è un curioso miscuglio di stili diversi, testimonianza delle vicende storiche che hanno attraversato negli anni questa regione; Bratislava somiglia un po’ a Vienna, l’antico centro dell’impero austo-ungarico, di cui Bratislava era uno snodo di passaggio ma somiglia anche un po’ a Budapest, con il suo Danubio blu e i suoi ponti.

E certo somiglia anche un po’ a Praga, che fino a pochi anni fa ne era la capitale.

La Città Vecchia è la zona più affascinante, dominata dal castello cittadino, dolcemente appoggiato su una collina, ad offrire  uno splendido panorama; una tappa obbligatoria è la Cattedrale di San Martino, risalente al XV secolo, che conserva ancora l’originale impianto gotico. 

Agli amanti dell’insolito consigliamo la Casa del Buon Pastore, con le sue scale ripidissime e strette, che conducono ad una sola stanza per piano, dove sono custoditi centiania di orologi antichi; deliziosa è la Chiesa Blu, così chiamata per il colore della sua facciata.

  

Monumenti a parte, quello che va colto di più di Bratislava è lo spirito mitteleuropeo, di serena tranquillità, pulizia e civiltà.

I musicisti di strada allietano le soste ai bar con la loro bravura e sono molto frequenti le gite in battello per godersi un tratto di Danubio.

Fortunatamente Bratislava negli ultimi anni è riuscita a scrollarsi di dosso la pesante eredità comunista che la rendeva fino a poco tempo fa una città piuttosto triste.

 

Perfetta per passare un fine settimana romantico, non è ancora stata raggiunta dall’euro, il che la rende forse l’ultima capitale del centro Europa ancora veramente economica.

Perciò affrettatevi ad andarci… e portate souvenir!