A Merano, ai giardini di Trauttmansdorff

Il sentiero di Sissi, così chiamato in ricordo dell’imperatrice che a Merano trascorse lunghi periodi di vacanza, conduce dal centro della cittadina al soleggiato pendio sopra Merano, dove si estendono i giardini e il castello di Trauttmansdorff. I giardini sono considerati tra i più belli d’Europa e offrono uno scenario di singolare bellezza.

Adagiati nella conca di un anfiteatro naturale, con splendida vista sulle Alpi, si dispiegano su dodici ettari, dove si trovano più di cinquemila specie diverse di piante. Inoltre sono presenti le riproduzioni di ottanta paesaggi, che si rifanno a modelli di architettura di giardini sia europei, che americani e asiatici (come il giardino zen giapponese).

I giardini ospitano anche una voliera, una grotta nella quale assistere a spettacoli multimediali sulla genesi e l’evoluzione del mondo vegetale, il mosaico geologico, la serra delle orchidee e il laghetto delle ninfee.

Nel 2005 è arrivato finalmente l’ambizioso premio di "Parco più bello d’Italia". Al centro della riserva si erge il possente castello di Trauttmansdorff, sede del Touriseum, il museo provinciale del turismo, che illustra duecento anni di vacanze in Tirolo.

E’ un museo piccolo e piacevole, che racconta la nascita e lo sviluppo dell’Alto Adige, dalle dilingenze ai giorni nostri. La gita ai giardini e al castello è particolarmente consigliata in primavera, quando tutte le piante risplendono di fiori e germogli. Per chi non volesse perdersi neanche un minuto all’aria aperta, farà al proprio caso l’area attrezzata per picnic; se vorrette una sosta più comoda per ammirare il panorama, il ristorante nel castello è quello che ci vuole per voi.