0 Shares 8 Views
00:00:00
11 Dec

Algovia, meta spensierata per grandi e piccoli

27 maggio 2009
8 Views

Essere (o ritornare) bambini, sentirsi liberi e godersi la famiglia: l’Algovia realizza i sogni dei propri ospiti, dai più piccoli ai più grandi. Da sempre attenta a chi viaggia con i bambini, l’Algovia, la regione a sud-ovest della Baviera, è costellata da strutture specializzate nell’accoglienza delle famiglie.

Basta poco, anche solo un fine settimana, per attraversare i patri confini e ritrovarsi in una regione in cui la perfetta combinazione tra una natura avvincente e strutture amiche dei più piccoli, dall’agriturismo ai parchi divertimento, dai ristoranti agli hotel, permette di trascorrere un’indimenticabile vacanza in famiglia.

In Algovia basta uscire dalla porta di casa per tuffarsi nella natura e vivere emozionanti avventure.

Prati alpini, specchi d’acqua scintillanti, piste ciclabili e sentieri escursionistici: la natura da sola provvede a regalare una vacanza di piacere e senza preoccupazioni. E ancora scivoli e crazy-bob, percorsi su funi sospese in aria, parchi acquatici e parchi di divertimento, come Legoland” o “Skyline Park”, musei all’aperto fanno dell’Algovia un grande parco giochi per la gioia dei più piccoli.

E il modo più giusto per tutta la famiglia di vivere a contatto con la natura dell’Algovia è un soggiorno in agriturismo.

Oltre 550 strutture fanno parte dell’associazione Urlaub auf dem Bauernhof (Vacanze in agriturismo); tutte le aziende agrituristiche che ne fanno parte sono classificate allo stesso modo degli alberghi. Una vacanza in un agriturismo a quattro stelle offre così gli stessi comfort di un albergo di pari categoria.

L’Algovia offre, inoltre, molte altre strutture d’accoglienza targate Kinderland Bayern, il marchio turistico della Baviera, che certifica destinazioni o strutture particolarmente adatte ad accogliere famiglie con bambini. Non solo fattorie, dunque, ma anche alberghi, pensioni, campeggi, appartamenti e ristoranti amici dei più piccoli.

Come regione della salute, l’Algovia occupa una posizione importante in Germania. Qui 150 anni fa Sebastian Kneipp, il pastore di Bad Wörishofen, riscoprì i benefici dell’idroterapia. Ancora oggi il trattamento che porta il suo nome continua a riscuotere un grande successo.

Allo stesso modo Oberstaufen è l’unica località in Germania ufficialmente riconosciuta come centro termale per la cura Schroth, un sistema per purificare l’organismo e stimolare il metabolismo inventato circa 180 anni fa dal naturopata Johann Schroth.

Oggi sono 11, dei 48 bavaresi, i luoghi di benessere ufficialmente riconosciuti in Algovia, a cui si aggiungono numerosi hotel e centri che si prendono cura della bellezza, del benessere e della salute dei propri ospiti, unendo la tradizione a moderne apparecchiature e ad alti standard di qualità per una vacanza all’insegna del benessere totale. Tre dei 12 alberghi a cinque stelle dell’Algovia si trovano a Bad Wörishofen nella roccaforte della cura di Kneipp e altri tre a Oberstaufen, patria di Schroth Heilbad. In Algovia, inoltre, si trovano 49 dei 125 alberghi bavaresi WellVital, il marchio di qualità della Baviera che certifica le migliori strutture per il benessere e la salute.

Tra i gioielli più o meno conosciuti custoditi in Algovia, ce n’è uno in particolare divenuto famoso in tutto il mondo: è il castello di Neuschwanstein.

Quello che è conosciuto da tutti come il castello delle fiabe – una delle mete turistiche più gettonate di tutta la Germania – è senza dubbio il più famoso dei castelli del leggendario re Ludwig II di Baviera. L’architettura e gli arredi interni rappresentano l’apice dello storicismo romantico ottocentesco.

Di fronte ad esso sorge il castello Hohenschwangau, molto diverso ma ugualmente splendido. Il principe ereditario Maximilian di Baviera, padre di Ludwig, negli anni 1832-1836 fece ricostruire in stile neogotico questo castello in rovina, dove Ludwig trascorse gran parte della sua giovinezza.

I due castelli, incastonati in una splendida cornice naturale ai piedi delle Alpi, si trovano poco distanti da Füssen, punto di partenza (o di arrivo) della celebre Strada Romantica. Il romantico centro storico incanta con il castello tardogotico Hohes Schloss, l’abbazia barocca di St. Mang e le case medioevali. Per scoprire i suggestivi angoli di Füssen, l’ufficio del turismo locale organizza fino ad agosto visite guidate in lingua italiana. Costi per persona: 3,50 euro. Prenotazione non obbligatoria.

Vi consigliamo anche