Apre al pubblico la Domus Augustea

Appuntamento da non perdere, per gli appassionati e non solo, da lunedì 10 marzo, alla casa di Augusto, che finalmente apre al pubblico dopo un lungo lavoro di ricomposizione e restauro degli affreschi.

Il lavoro è stato concentrato in particolare sul nucleo della reggia, situato sul pendio meridionale del colle nel tratto adiacente al tempio di Apollo Aziaco.

Il sito costituisce il monumento massimo del colle Palatino ed assume dunque un’importanza storica-archeologica cui è difficile trovare un paragone che regga.

Lo studiolo dell’imperatore, il grande oecus (sala simile al nostro soggiorno), la "stanza delle maschere" e la "stanza dei festoni di pino" -così chiamate per le decorazioni che rendono la casa uno dei siti archeologici più importanti recuperati nell’ultimo decennio- e ancora "la stanza a pareti nere" e la "biblioteca occidentale" sono le bellezze che la Roma imperiale vuole ancora far sentire.

Ammiriamo allora, sempre stupiti, quanto di bello la storia ci dona.