0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Caldo a parte, è stato davvero un week-end da bollino rosso sulle autostrade?

LaRedazione
5 agosto 2013
8 Views

Caldo a parte, è stato veramente un week end da bollino rosso sulle autostrade? Di sicuro quello della prima settimana di agosto, che storicamente è il fine settimana che coincide col maggior numero di partenze verso le località di vacanza degli italiani, è stato sicuramente il momento più caldo di questa estate 2013. L’Italia infatti è stata investita in pieno da Stige, ovvero dall’anticiclone africano, proveniente direttamente dal deserto del Sahara, che ha causato la terza grande ondata di calore di questa estate sul nostro paese. Temperature massime che praticamente in tutta la penisola toccano i quaranta gradi, ed un alto indice di umidità che aumenta ancor di più la temperatura percepita, affliggeranno gli italiani almeno fino alla giornata di mercoledì, quando dei temporali che si abbatteranno sul Nord provocheranno correnti fresche delle quali beneficerà tutta la penisola.

Insomma, il caldo capace di infuocare le autostrade non è mancato, ma c’era attesa riguardo al relativo flusso di traffico che il primo week end di agosto avrebbe prodotto. Infatti non si sapeva quale fosse il reale impatto della crisi economica, che ormai da due anni stringe la sua morsa sull’Italia, sulle abitudini degli italiani, che magari avrebbero visto ridimensionarsi le loro abitudini di partenza a fronte della minore disponibilità finanziaria. Anas e gli altri osservatori autostradali però hanno escluso questa possibilità, visto che già dalla mattinata del tre agosto il fine settimana si è dimostrato tipicamente da bollino rosso, con le principali località di villeggiatura prese d’assalto dai tantissimi italiani che hanno iniziato le ferie.

Autostrade per l’Italia ha confermato le segnalazioni tipiche del periodo: bollino nero per la mattinata di sabato scorso, dalle sei alle quattordici è stato il momento in cui maggiormente si è sconsigliato di mettersi in viaggio in macchina, Il bollino rosso è stato invece assegnato al pomeriggio di sabato, dalle 14 alle 22, e alla mattinata di domenica dalle sei alle quattordici. Dalla giornata di lunedì cinque agosto invece l’allarme è rientrato, naturalmente invece le ore notturne sono rimaste quelle considerate ideali per le cosiddette partenze intelligenti, quando, pur assicurandosi di essere riposati e vigili per evitare colpi di sonno e pericolosi incidenti, è consigliato mettersi in viaggio per evitare di restare incolonnati nel bel mezzo di autostrade infuocate. La Bologna – Roma, la Salerno – Reggio Calabria e la Brennero – Modena sono risultate essere le arterie autostradali maggiormente intasate: segno che, nonostante la crisi e i bollini rossi, gli italiani non hanno rinunciato almeno a qualche giorno di meritata vacanza.

Vi consigliamo anche