0 Shares 16 Views
00:00:00
17 Dec

Capodanno 2012 low cost e mete consigliate per chi parte

dgmag - 19 dicembre 2011
19 dicembre 2011
16 Views

Sono sempre più low cost le feste natalizie per gli italiani e anche per il Capodanno 2012 moltissimi resteranno a casa per evitare di spendere soldi che non ci sono e soprattutto per evitare di doversi limitare per via dei prezzi troppo alti che in altri momenti dell’anno sono sensibilmente più bassi.

Secondo la Confesercenti ben l’83% degli italiani trascorrerà il Capodanno 2012 a casa soprattutto tra le famiglie numerose e tra quelli che professionalmente sono svantaggiati in modo da risparmiare e godersi comunque l’atmosfera di festa.

E le prenotazioni sono in calo del 28% rispetto allo scorso anno nonostante la predominanza di Internet tra quelli che partono i quali hanno deciso di voler organizzare tutto in autonomia evitando il pagamento di costi aggiuntivi dovuti proprio all’eventuale lavoro delle agenzie turistiche tradizionali.

Il 50% dichiara di non avere a disposizione più di 500 euro per partire a Natale e dunque preferisce stare a casa e spendere eventualmente la stessa cifra, o chiaramente di meno, per organizzare il cenone di Capodanno 2012 in compagnia soprattutto della famiglia; secondo le ultime rilevazioni, si registra un aumento del 3,5% rispetto al 2011 sui prodotti per la preparazione del cenone di Capodanno 2012 che costerà circa 37,38 euro a persona se si acquisteranno prodotti ittici.

Chi parte con la famiglia o per pochi giorni invece resta soprattutto in Italia e in special modo in Veneto, Trentino-Alto Adige, Lazio e Toscana mentre tra i giovani sono le capitali europee le mete più gettonate, con Londra, Madrid, Barcellona e Berlino in testa; il mare in inverno piace sempre e anzi è in aumento la quota di "seguaci" nonostante i costi non siano accessibili.

La settimana bianca continua a piacere ma diminuisce il numero di quelli che partono per Capodanno 2012 riservandosi la possibilità di spendere meno per trascorrere 7 giorni sulla neve in periodi meno "caldi".

Loading...

Vi consigliamo anche