El Quseir, un piccolo porto sul Mar Rosso

Il Mar Rosso, per quanto sia diventato una meta "famosa" e molto battuta dal turismo di massa, è riuscito a conservare un mare splendido e, a cercar bene, si trovano anche posti meno frequentati e per questo più belli.

Come il piccolo e delizioso porto di Quseir.

Per raggiungerlo basta prendere un aereo fino a Il Cairo e poi scendere la costa verso sud, in direzione del Sudan con un bus o un altro aereo.

Un tempo il porto di Quseir, oltre a essere una tappa fondamentale della via delle spezie, era anche l’ultimo passaggio terrestre di milioni di pellegrini prima di imbarcarsi per La Mecca ma  l’apertura del canale di Suez, alla fine dell’Ottocento, mise fine alla sua ricchezza.

Il villaggio di El Quseir è un piccolo agglomerato fatto di casette un po’ cadenti ma molto affascinanti. Infatti le facciate delle case hanno affreschi colorati che raccontano il viaggio dei pellegrini fino alle città sacre della Mecca e di Medina e nelle viuzze si trovano moltissimi santuari, qualcuno anche molto antico e semidistrutto.

Il mare e le spiagge tutto intorno sono meravigliose e i fondali ricchissimi, come nel resto del Mar Rosso.

 

Anche El Quseir infatti, insieme alla vicina Marsa Alam, è famoso per la possibilità di fare immersioni: pesci multicolori, razze, piovre, tartarughe, pesci chitarra e chi più ne ha più ne metta…

Tutti gli hotel propongono escursioni in barca, corsi di immersioni o semplici gite e organizzarne una sarà facile.

Da non perdere una cenetta romantica in uno dei ristoranti sul lungomare dove si mangia dell’ottimo pesce alla griglia o alle spezie.

 

Ricordatevi che qui nella maggior parte dei locali non si servono alcolici, ma se avete la pazienza di aspettare,  dopo cena vi verrà offerto di fumare il narghilè…