0 Shares 10 Views
00:00:00
18 Dec

Estate 2009, aumentano i viaggiatori virtuali

dgmag - 11 agosto 2009
11 agosto 2009
10 Views

Secondo l’Associazione Donne e Qualità della Vita oltre un milione di italiani ha mentito ad amici e conoscenti dichiarando di andare in vacanza, elencando luoghi e tragitti per arrivarci, per poi accontentarsi di una soluzione molto più economica.

Secondo lo studio, che ha preso in esame un campione rappresentativo di 2000 abitanti dei principali capoluoghi della Penisola, sono almeno due milioni gli italiani che han fatto sapere di essere partiti per un luogo di villeggiatura (secondo l’Istat, ben 12,5 per cento delle persone che va in vacanza).

Un terzo di questi invece è un vacanziere pendolare, ovvero abbandona la propria abitazione ma al massimo per una gita fuori porta o un’imboscata al cinema.

Un altro terzo consuma le proprie ferie in piscine comunali o parchi regionali, sperando di non essere identificato da amici o conoscenti, o organizza grigliate o sagre di comuni limitrofi.

Secondo l’indagine, quasi 500.000 vacanzieri si barricano in casa per non confessare la mancata vacanza.

E per non dare nell’occhio, i viaggiatori virtuali sono costretti a fare la spesa all’alba o la sera tardi in supermercati lontani dal proprio quartiere, macinando fino a 10 km di strada per raggiungerli.

Sono formidabili scaricatori di film, acquistano riviste e dvd e avendo tanto tempo a disposizione si documentano maniacalmente sul luogo di destinazione prescelto e tornano informatissimi, spesso molto più dei vacanzieri reali.

Milano è in testa alla classifica delle città con i maggiori viaggiatori virtuali.

Secondo la ricerca dell’Associazione Donne e Qualità della Vita, i simulatori sono oltre 100.000 e di estrazione sociale media.

Secondo lo studio, segue Roma con 65.000 viaggiatori virtuali mentre al terzo posto c’è Torino con 40.000 bluffatori, quarta Bologna con 27.000, quindi Firenze con 19.000. Prima città del sud è Napoli, dove gli imbroglioni sono 15.000.

Ecco le cinque bugie più comuni, raccontate a amici e parenti, sulle ferie virtuali: una gita in battello sul Lago Maggiore diventa una crociera nel Mar Mediterraneo, una vacanza in una pensione della riviera romagnola, a pensione completa, diventa un trattamento all inclusive di lusso al Grand Hotel Rimini, una fuga a Rapallo in giornata diventa una permanenza da sogno sul golfo del Tigullio, a Santa Margherita Ligure, all’Imperiale Palace Hotel, una gita col treno a Como si trasforma in una vacanza a Saint Moritz all’Hotel Carlton, una vacanza in Sardegna, in Costa Rei, diventa un soggiorno rutilante e mondano in Costa Smeralda.

Loading...

Vi consigliamo anche