Giornate di primavera del Fai il 5 e 6 aprile

Saranno oltre 550 i monumenti aperti in 240 città italiane, il 5 e 6 aprile, in occasione della Giornata di primavera organizzata dal Fai, il Fondo per l’Ambiente Italiano.

Tanti gli appuntamenti da non perdere, tra cui l’apertura a Roma delle chiese e dei palazzi di via Giulia, compreso il Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata di Francia.

Ma anche il Teatro Petruzzelli a Bari, ancora in corso di restauro dopo l’incendio che lo distrusse anni fa, la Villa Reale a Monza, il Palazzo Mondadori a Segrate, in provincia di Milano, la Chiesa e Scuola Grande di san Giovanni Evangelista a Venezia, fondata nel 1261 e l’istituto di Scienze Militari Aeronautiche a Firenze, gioiello del razionalismo italiano.

Ma anche itinerari tematici dedicati alle antiche arti e mestieri; alle piazze della Liguria quali crocevia d’arte e cultura; a un tratto della via Francigena nel Sud; al Piano dei Bologna, ovvero Piazza Bologni a Palermo. Saranno aperti importanti palazzi (Palazzo Sacrati Strozzi a Firenze), chiese come quella di Sant’Antonio Abate a Milano, museo del barocco del capoluogo lombardo; castelli come il Castello Alfonsino a Brindisi; centrali elettriche (in Piemonte e in Umbria), aree naturalistiche. E in provincia di Frosinone sarà possibile un’immersone subacquea guidata nelle acque incontaminate del lago di Posta Fibreno.

Per la prima volta ci sarà, a Brescia, anche un percorso dedicato agli immigrati che vivono nel nostro Paese, con visite guidate in francese, inglese, cinese, ucraino, arabo, albanese e bangla.

Il weekend culturale si articolerà in escursioni di vario tipo in collaborazione con il Club alpino italiano, la Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta) e con le guide turistiche di ANGT, volontarie per l’occasione.

Le informazioni sulle Giornate di primavera, costantemente aggiornate, si possono trovare sul sito del Fai cliccando qui mentre l’elenco completo dei 550 beni visitabili durante tutto il weekend può essere consultato cliccando qui.