In vacanza nella campagna inglese

In “L’amore non va in vacanza”, una deliziosa commedia del 2006, le due protagoniste decidono di scambiarsi la casa: la rampante produttrice cinematografica Cameron Diaz lascia la sua villa hollywoodiana per passare qualche giorno nel piccolo cottage inglese della dimessa Kate Winslet, e per entrambe si scatena una sequenza di incontri e possibilità.

Senza aspettarsi tanto, ma aprendosi sempre ad ogni nuova occasione, l’esperienza di una distensiva vacanza nelle campagne inglesi può essere replicata da chiunque.

 

Il trend ormai è lanciato, tanto da essere entrato con tutti gli onori tra le voci del turismo di gran classe, per cui fioriscono cottage extralusso destinati a facoltosi avventori in cerca di tranquillità. Ma per questo tipo di vacanza non è affatto necessario un portafoglio gonfio: graziose residenze, piccole pensioni dalle tipiche linee anglosassoni o familiari Bed&Breakfast (di cui la Gran Bretagna vanta di diritto la paternità) sono aperti a chiunque e le possibilità di scelta sono davvero tantissime.

L’Inghilterra è la più grande delle quattro nazioni costitutive del Regno Unito (per dovere di cronaca, poiché spesso si tende a fare confusione, le altre tre sono Scozia, Galles e Irlanda del Nord), occupa un territorio prevalentemente collinare, che si fa montuoso nella zona settentrionale, pianeggiante nella parte orientale delle paludi bonificate, digradando verso le frastagliate scogliere del Mare del Nord.

Tolte le grandi aree metropolitane di Londra, Birmingham, Leeds, Sheffield, Liverpool e Manchester, i suoi paesaggi sembrano spesso fermi nel tempo, legati ad un immaginario antico, fatto di servizi da the e biscotti tradizionali, piccole villette con giardino e staccionata, pub pieni di legno e boccali di birra e lunghe passeggiate nel verde.

 

Come spesso accade, è soprattutto il sud ad aver mantenuto con più fedeltà questa magica dimensione.

Partendo dalla orientale Contea di Kent, nota anche come “il giardino d’Inghilterra”, vale assolutamente la pena concedersi una visita a Canterbury, per il delizioso centro storico come per la maestosa cattedrale gotica, proseguendo quindi verso la costa, lungo le selvagge scogliere a strapiombo sull’acqua. Dal Mare del Nord al Canale della Manica, per poi immergersi nel cuore del viaggio, dalle splendide campagne della Contea di Dorset alle dolci pendenze delle colline Cotswolds, dichiarate dal 1966 “Area di Eccezionale Bellezza Naturale”.