In viaggio attraverso la Panamericana, dall’Alaska al Cile

La Panamericana è un sistema di strade che corre per oltre 25.000 chilometri lungo la costa pacifica del continente americano: dall’Alaska in Nord America, fino al Cile in America del Sud.

Attraversa moltissimi stati (Alaska, California, Canada, Messico, Guatemala, Panama) e quindi anche moltissimi climi e sistemi ecologici (alcuni tratti, a volte, non sono percorribili a causa delle piogge).

Si passa dal clima freddo del nord, a un clima camdo-umido tropicale e non c’è destinazione migliore per chi vuole fare viaggio on the road lungo l’autostrada più lunga del mondo.

 

Durante quest’avventura è utile, almeno una volta, lasciare il tracciato principale e imboccare una delle tante traverse che si trovano lungo il cammino, come l’Interamericana che attraversa tutti gli Stati Uniti d’America, passando per Washington, California, Arizona.

Tra i tratti più importanti e famosi della Panamericana c’è il punto in cui l’autostrada attraversa il canale di Panama; il punto, cioè, dove la stada più lunga del mondo interseca la più gloriosa scorciatoia del pianeta.

E poi ancora due rami dell’autostrada che partono dal Perù e dal Cile e arrivano a Buenos Aires in Argentina, dove si dirama ancora per giungere in Brasile, dopo essre passata per Montevideo in Uruguay e Asuncìon in Paraguay.

La "Carrettera Boliviana", invece, attraversa il "punto-vita" delle Americhe ed è un po’ la strada principale dell’America del Sud: parte da Maracaibo in Venezuela e passa per Colombia, Ecuador e Perù.

 

Un’altra diramazione è il Tronco Venezuelano che parte da Bogotà in Colombia e arriva fino a Caracas in Venezuela. Qui il passaggio di frontiera è uno dei posti con maggior traffico commerciale di tutto il Sud America.

Per gran parte della sua lunghezza la Panamericana è un’infilata anonima di superstrade alternate a viali cittadini: a Edmonton in Canada, come a Laredo in Texas, o a Città del Messico, sono in pochi a sapere che la loro città è attraversata dall’arteria principale dell’emisfero occidentale.

Poi però quando scende verso Sud, dal Messico al Guatemala, acquista un’identità propria, spesso infatti l’attraversamento di alcune zone è molto rischioso a causa della malavita e della guerriglia ancora presente in alcuni stati.