L’inter-rail, per girare l’Europa in libertà

L’inter-rail è un biglietto ferroviario che consente di circolare liberamente all’interno delle zone per cui è stato emesso, sulle carrozze di seconda classe più o meno su qualsiasi treno.

Le zone sono in totale otto, dalla A (Gran Bretagna, Irlanda e Irlanda del nord), alla B (Svezia, Norvegia, Finlandia), alla C (Danimarca, Germania, Svizzera e Austria, fino ad arrivare alla G (Italia, Slovenia, Grecia, Turchia), passando per tutta l’Europa dall’Ungheria al Portogallo.

Il biglietto è di tre tipi: per una zona, per due e globale, che comprende tutte e otto le zone, valido fino a un mese. In genere quando si parla di inter-rail vengono sollevate due obiezioni.

La prima: non è solo per studenti? No, si può comprare il biglietto a qualunque età, però gli studenti sotto i ventisei anni pagano meno.

La seconda: perchè prendere un treno quando si può salire a bordo di un volo low cost oppure andare in macchina? E proprio qui sta il punto.

Viaggiare non vuol dire solo arrivare in un posto, ma piuttosto è il tragitto da un posto ad un altro che fa bello e interessante il viaggio: grazie a questo biglietto viaggiare in treno dalla Danimarca al Marocco, con pochi soldi, molta avventura e nessun limite di età, è possibile.

Insomma, con l’inter-rail si può percorrere tutta l’Europa e vale davvero la pena girarla in lungo e in largo, sfruttando al massimo il biglietto.

 

E se decidete di viaggiare di notte per risparmiare tempo, ricordatevi di prenotare la cuccetta, se no non vi fanno neanche salire sul treno…