La muraglia indiana del Rajasthan

In pochi sanno che la seconda muraglia più lunga del mondo, dopo quella cinese, si trova in India, per l’esattezza nel sud del Rajasthan, a novanta chilometri da Udaipur.

Qui si erge il forte Kumbalgarh: trestasei chilometri di bastioni, larghi sette metri, che salgono, seguendo il rilievo dei monti Aravalli.

Dentro questa fortificazione ci sono alcuni dei palazzi e dei templi più belli di tutta l’India e vale davvero la pena farci una visita; il forte è situato su un altopiano a 1.100 metri di altezza ed è circondato, da un lato, da una fitta foresta, dall’altro da vecchi edifici.

 

La foresta fa parte della riserva naturale di Kumbalgarh: qui vivono orsi, leopardi, antilopi e moltri altri mammiferi oltre che tante varietà di uccelli.

Ma tornando al forte, le dimensioni delle mura, per quanto spettacolari, non sono l’unico elemento interessante del complesso. All’interno, infatti, ci sono circa trecentosessanta luoghi di culto, alcuni gianisti, altri induisti.

Ma non c’è neanche una moschea, nonostante molti villaggi vicini siano di religione musulmana.

Tra i templi più importanti ci sono il tempio di Parsvanath, il tempio di Vedi e il complesso religioso di Golera.

 

Ci sono anche bellissimi palazzi come quello di Badal Mahal, il palazzo delle nuvole, perchè situato nel punto più alto di tutto il complesso, costruito più di un secolo fa e importante luogo di raccoglimento di tutto il Rajasthan.

I bastioni del forte Kumbalgarh e la fitta foresta intorno hanno sfidato i secoli e resistito a climi ostili, ma sono ancora perfettamente in piedi e aspettano solo di essere scoperti e visitati.