0 Shares 14 Views
00:00:00
15 Dec

Le mete preferite dalle donne italiane

4 marzo 2010
14 Views

Una vita divisa tra casa, affetti e lavoro: ma quanto e come viaggiano le donne italiane? Qual è la vacanza dei loro sogni e cosa si aspettano da un viaggio? Expedia, leader mondiale dei viaggi online, lo ha chiesto alle sue utenti nel Bel Paese.

Se c’è qualcosa a cui le italiane non sanno proprio rinunciare sono i viaggi: oltre il 39% abitualmente si concede due viaggi di piacere all’anno, il 27% uno solo, mentre il 23% addirittura tre. Per quasi la metà delle intervistate (47%) ogni vacanza dura una sola settimana. La percentuale scende drasticamente per coloro che riescono a concedersi due o oltre due settimane di ferie, rispettivamente il 13% e il 5%.

Il 14% riesce a concedersi mediamente solo un weekend di vacanza, sfruttando gli ultimi giorni della settimana per cercare di staccare la spina dalla routine quotidiana per almeno un paio di giorni.

Il 52% delle viaggiatrici tricolori riesce a concedersi un viaggio solo in occasione delle principali vacanze comandate, quelle estive e quelle natalizie. Il 49%, riesce tuttavia a regalarsi delle vacanze intelligenti, partendo in “bassa stagione” per cercare di sfruttare offerte e sconti speciali.

Per il 35% delle intervistate, invece, i ponti rappresentano una buona occasione per concedersi piccoli break, mentre oltre il 18% ammette di festeggiare ricorrenze speciali, come compleanni e anniversari, regalando e regalandosi un bel viaggio. Non stupisce quindi che il 15% delle viaggiatrici italiane pensi alla festa delle donne come ad un’opportunità per partire.

Un coro unanime quello delle italiane (98%) che dichiarano apertamente il desiderio di viaggiare più di quanto riescono effettivamente a fare.

Ma quali sono i motivi che impediscono alle donne di viaggiare quanto vorrebbero? Dato il particolare contesto economico, non sorprende che il principale fattore che limiti i viaggi delle italiane sia la mancanza di budget (66%), seguita dagli impegni legati al lavoro (57%) e la famiglia (18%).

Pur di soddisfare il loro desiderio di vacanza, il 92% delle viaggiatrici nostrane sarebbero disposte a compiere piccole rinunce: oltre la metà (54%) accetterebbe di limitare le proprie spese come lo shopping, le uscite serali o nel fine settimana; il 41% farebbe economia sulla vita di tutti i giorni, mentre il 39% non esiterebbe a fare straordinari pur di guadagnarsi la possibilità di partire.

Ma che tipo di viaggio sognano le italiane? Il 69% vorrebbe partire alla scoperta di luoghi mai visti, con gli Stati Uniti in cima alle destinazioni preferite (49%), seguiti dalle grandi capitali europee (46%) e dall’Asia (41%). Nei loro desideri spazio anche a vacanze all’insegna del più completo relax e benessere (20%) mentre solo il 6% cerca vacanze romantiche.

Per la maggioranza delle nostre connazionali il compagno di viaggio ideale è sicuramente il partner, eletto da oltre il 65% delle intervistate, mentre il 31% di loro partirebbe con un’amica.

La vacanza rappresenta per il 61% delle viaggiatrici italiane il modo perfetto per ritrovare il proprio equilibrio psico-fisico, mentre il 27% la ritiene una perfetta occasione per staccare completamente dal lavoro. Le preoccupazioni economiche e quelle legate alla famiglia sono molto più radicate, con solo rispettivamente il 7% e il 4% delle intervistate che riescono a lasciarsele alle spalle durante il viaggio.

Le viaggiatrici italiane si confermano grandi amanti della rete: il 92% indica il web come prima fonte d’informazione per l’organizzazione di una vacanza. Seguono le tradizionali guide turistiche (31%), le agenzie di viaggi (24%) e gli amici (20%), che come dimostra anche il fenomeno dei social network e il grande successo delle community di viaggio e delle recensioni online, si accreditano sempre più come fonte attendibile presso i turisti.

Inoltre, proprio Internet rappresenta uno dei canali preferiti per prenotare: l’80% dichiara che lo farebbe tramite un’agenzia di viaggi online come Expedia, il 42% direttamente sul sito dell’hotel o della compagnia aerea e il 34% presso un’agenzia di viaggi.

Loading...

Vi consigliamo anche