0 Shares 12 Views 1 Comments
00:00:00
14 Dec

Le spiagge più belle del Salento

1 luglio 2010
12 Views 1

Come ogni anno, il Salento è una delle regioni italiane maggiormente presa d’assalto da chi cerca bel mare, relax e posti da favola.

Non a caso le spiagge del Salento sono considerate tra le più belle dell’intera Italia e si dividono quasi equamente tra spiagge di sabbia e spiagge con i ciottoli in relazione alla costa presso la quale sono dislocate, che sia bagnata cioè dallo Jonio o dall’Adriatico.

Solo per il 2010 Legambiente ha assegnato Cinque Vele a Nardò, in particolare per la spiaggia di Porto Selvaggio, e a Otranto grazie all’Approdo di Enea, la Baia dell’Orte, le Piscine di Santa Cesarea e la spiaggia degli Alimini. Quattro Vele per Diso (Cala dell’Acquaviva), Gallipoli (Baia del Pizzo – Lido di Foggi), Andrano, Salve (spiaggia di Pescoluse) e Castro (Seno dell’Acquaviva).

Una tra le spiagge più belle del Salento è quella di Porto Selvaggio che, inserita in un parco naturale, consente di regalarsi spettacolari nuotate in uno scenario naturale di assoluta bellezza, in cui scogli a picco e ciottoli sparsi ovunque fanno da padroni.

I faraglioni Lu Pepe a Torre Sant’Andrea sono un’altra di quelle località del Salento da non perdere se si vuole poter dire di aver vissuto al massimo il fascino di questa zona e la stessa cosa si può dire di Torre dell’Orso, che si caratterizza per la sua spiaggia di sabbia fine e bianchissima e per un’acqua cristallina che ogni anno viene premiata a livello europeo per la sua bellezza.

Torre Rinalda, Torre Chianca, Frigole e San Cataldo sono le spiagge del Salento più vicine a Lecce e per questo maggiormente frequentate dai leccesi e dai turisti che trovano mare incontaminato e spiagge bianchissime che traghettano fino a Otranto e alla fantastica insenatura di Porto Badisco.

Da qui si passa per Torre Vado, Pescoluse, Torre Mozza, Torre San Giovanni, Torre Suda, Marina di Mancaversa e Punta Pizzo per arrivare a Gallipoli, da dove si dipanano spiagge di altro tipo e in cui non c’è spazio alcuno per roccia e sassi ma solo per sabbia incandescente e acqua limpida.

Se proprio volete stare da soli con il mare vi consigliamo di rifuggire dalle zone attrezzate del Salento e di rifugiarvi nelle calette e nelle spiagge incontaminate che, tra dune di sabbia e mare cristallino, permettono di vivere una vacanza con tutti i requisiti del caso.

Vi consigliamo anche